L'incubo dei furbetti della sosta: Capture ha già multato 500 aretini in due mesi

In prova da novembre, è entrato a regime. Due-tre uscite a settimana per scoraggiare le soste in divieto. E fioccano le contravvenzioni

L'esperimento è partito a novembre e dopo due mesi i frutti maturati sono oltre 500: tante sono le multe per divieto di sosta notificate con Capture, il nuovo strumento a disposizione della polizia locale di Arezzo nella notta ai furbetti dei parcheggi.

Il problema sosta selvaggia

Le criticità sono diffuse in più zone del centro di Arezzo, davanti alle scuole negli orari di apertura e di chiusura dei plessi, in piazza Guido Monaco, nei pressi dei Bastioni. C'è anche chi non ha avuto remore a raccontare i perché di un parcheggio improvvisato, fuori dagli stalli, in doppia fila e addirittura sopra il marciapiede ai bordi di una rotatoria. Pessime abitudini, dure a morire, che congestionano il traffico in zone cruciali, tanto che le ripercussioni sulla viabilità si notano, nelle ore di punta, a distanza di centinaia e centinaia di metri, con lunghi incolonnamenti. Ma la più odiosa tra le infrazioni, rimane certamente quella di chi approfitta dei posteggi per i disabili, senza averne alcun diritto.

Come funziona il Capture

Capture è stato acquistato dal Comune di Arezzo per individuare rapidamente chi si trova in divieto di sosta, abbattendo il margine di errore. Si tratta di una scatola con camera che viene piazzata sopra una macchina della polizia locale. A bordo ci sono due agenti che effettuano l'uscita. Settimanalmente, vengono proposti 2-3 servizi di questo tipo, che affiancano i tradizionali poliziotti e ausiliari del traffico a piedi. Quando la pattuglia affianca i veicoli in divieto, Capture scatta una foto e vengono raccolti i dati del veicolo. Finito il servizio, gli agenti mettono in ordine le targhe dei veicoli in contravvenzione e raccolgono il materiale che Capture ha prodotto. Nell'arco di qualche giorno, un paio di settimane al più, viene inviata la notifica della sanzione tramite posta certificata al proprietario della macchina. In due mesi, come detto, sono stati già più di 500 i verbali elevati. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • 60 giorni, 500 multe. Considerato che nello stesso lasso di tempo ci sono state non meno di 6'000 divieti di sosta, solo nella zona porta buia, solo tra le 13 e le 14, non mi pare che ci sia da festeggiare. Ogni venerdì e sabato sera tra piazza guido monaco e s.francesco ce ne sono almeno 50, dalle 20:30 a mezzanotte. In via petrarca non esiste un singolo momento al giorno in cui non ci siano divieti, via spinello è una porcheria. Mah, 9 multe al giorno mi paiono un risultato del tutto irrilevante e non si capisce perché questo strumento sia in servizio "ogni tanto" e non sempre, nei luoghi più problematici e agli orari più problematici.

Notizie di oggi

  • Attualità

    I meteorologi: "Alte possibilità di neve ad Arezzo", la mappa con i centimetri attesi. Il Comune: "Siamo pronti"

  • Cronaca

    "Truffarono i risparmiatori piazzando le subordinate" le richieste di condanna: 3 anni per i funzionari

  • Video

    Lo sciopero del trasporto pubblico locale. I motivi: "La sicurezza per autisti e passeggeri"

  • Calcio

    Rinnovo e trasferimento per Mosti. Varutti piace al Fano

I più letti della settimana

  • E45, chiusura per criticità estrema: rischio crollo del viadotto Puleto

  • "Correte il cuore del babbo non batte più". Ventenne salva la vita al padre

  • Valentino Rossi e i suoi Golden Retrivers "aretini": "Si chiamano Ulisse e Penelope, con me da questa estate"

  • Calcio, tutte le classifiche dei campionati dalla serie C alla Seconda categoria

  • Chiusura E45, Italia divisa in due. Le indicazione di Anas: "Passate per la A1"

  • Palazzo del Pero è la "Siberia" della Toscana. E finisce sul Tg5

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento