SansepolcroNotizie

Unicoop Firenze sostiene il progetto dell'associazione Il Timone

Cooperativa e Fondazione Il Cuore si scioglie in campo per contrastare le disuguaglianze e contribuire a ridurre povertà e disagio

Oltre 1,35 milioni di euro. È la cifra che Unicoop Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie hanno messo a disposizione dei toscani più fragili nell'ambito del bando "Nessuno Indietro", fra finanziamento diretto di progetti delle associazioni sul territorio e raddoppi della raccolta alimentare e scolastica, che hanno coinvolto anche soci e clienti. Di questi, 1.029.000 euro sostengono le associazioni di volontariato che aiutano quanti affrontano povertà, disabilità, disagio giovanile e violenza di genere. Sono 121 i progetti finanziati in tutte le province su cui opera la cooperativa.

A Sansepolcro, Unicoop Firenze sostiene le attività dell’associazione Il Timone, che offre da anni e gratuitamente un doposcuola ai bambini e ragazzi di elementari e medie della Valtiberina Toscana. Il servizio si chiama "Interculturando" e tutti i pomeriggi accoglie una cinquantina di iscritti per fare i compiti, imparare la lingua italiana e far sì che le famiglie siano sostenute nel percorso educativo e scolastico dei loro figli. L'utenza è soprattutto formata da ragazzi che faticano a stare al passo della classe, alcuni sono stranieri, altri necessitano di socializzare ed essere accompagnati. Con l'emergenza Covid ll Timone ha attivato anche percorsi a distanza, che hanno però incontrato diverse difficoltà a causa della carenza di mezzi a disposizione dei ragazzi. Il contributo di Unicoop Firenze servirà per potenziare le attività di "Inteculturando", dare maggiori opportunità ai ragazzi seguiti, in un momento che continua ad essere molto complicato per i più giovani, valutando anche l’apertura di un servizio mensa e di uno “sportello psicologico”. 

"Le conseguenze della pandemia mettono in crisi in particolar modo i soggetti più fragili: parliamo dei ragazzi che già partivano da situazioni svantaggiate, che hanno visto aggravarsi il loro disagio negli ultimi mesi – spiega Rita Chiasserini, presidente sezione soci Coop Valtiberina – Grazie al bando "Nessuno Indietro" di Unicoop Firenze sosteniamo iniziative specifiche che rimettono al centro le difficoltà delle persone, dei giovani e delle famiglie, per cercare di porre rimedio alle situazioni più critiche. Ma "Nessuno Indietro" ci dà un'altra importante opportunità: fare rete sul territorio per non lasciare nessuno indietro”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento