Sansepolcro Sansepolcro

Treno Sansepolcro-Città di Castello, Giunti: "La Regione Umbria faccia passi concreti"

Il consigliere di Forza Italia: "Pensiamo che i nostri alleati siano consapevoli delle problematiche arrecate dalla sospensione della tratta, presa prima delle elezioni umbre"

"Gli ultimi fatti accaduti alla ex stazione ferroviaria impongono una seria riflessione su quello che la politica deve fare per Sansepolcro". Attacca così una nota del Consigliere Tonino Giunti e del coordinamento comunale di Forza Italia-Sansepolcro.

"Confidiamo che la nuova amministrazione di centrodestra a trazione leghista che regge la Regione Umbria faccia dei passi concreti per far ripristinare la tratta da Città di Castello a Sansepolcro. Pensiamo che i nostri alleati siano consapevoli delle problematiche arrecate dalla sospensione della tratta, presa prima delle elezioni umbre. Ora è vero che tutto e' passato alle ferrovie italiane, però si sa che le regioni hanno un certo peso nelle decisioni sui territori. Tanti studenti delle superiori ed universitari e pendolari hanno usato e userebbero quel trenino.

Inoltre mi vedo di rivolgere un appello all'Amministrazione Cornioli: Sappiamo che ci sono dei soldi residui a bilancio, allora, che si impieghino anche per spostare la stazione a S. Paolo, come avevano detto in campagna elettorale e diano una bella pista ciclabile di circonvallazione ai borghesi. Togliendo la pericolosità degli attraversamenti. Sarebbe un bel regalo nella prossima campagna elettorale. E la ex stazione ferroviaria? O viene data al nostro patrimonio comunale con tutto il terreno limitrofo di proprietà ora delle ferrovie italiane, oppure queste si impegnano in tempo breve a sistemare il tutto. Siamo stanchi di vedere tanto degrado nella nostra città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treno Sansepolcro-Città di Castello, Giunti: "La Regione Umbria faccia passi concreti"

ArezzoNotizie è in caricamento