Sansepolcro

Sansepolcro si immerge nelle Feste del Palio, il prologo con la tradizionale Offerta della cera

Un momento significativo che unisce tradizione e religione. In una cattedrale di Sansepolcro nella quale anche l’afflusso di fedeli e cittadini non è mancato, oltre alla nutrita rappresentanza in costume, le Feste del Palio 2018 hanno conosciuto...

offerta della cera 2018

Un momento significativo che unisce tradizione e religione. In una cattedrale di Sansepolcro nella quale anche l'afflusso di fedeli e cittadini non è mancato, oltre alla nutrita rappresentanza in costume, le Feste del Palio 2018 hanno conosciuto il prologo augurale nel pomeriggio di venerdì 31 agosto con la cerimonia dell'Offerta della Cera, presieduta dal parroco, Don Giancarlo Rapaccini e accompagnata dai canti della corale "Domenico Stella" e coro "Città di Piero", diretta dal maestro Bruno Sannai, che ha eseguito anche il "Te Deum". Oltre a musici, figuranti e tiratori della Società Balestrieri di Sansepolcro, erano presenti anche le delegazioni della Compagnia di Teatro Popolare e delle associazioni Rinascimento nel Borgo e "Il Lauro". Misericordia e dolcezza: questi i capisaldi ai quali Don Giancarlo Rapaccini ha fatto riferimento nella sua omelia, prendendo come figura ispiratrice quella del Volto Santo, il cui crocifisso ligneo è presente da secoli proprio nel duomo cittadino. La misericordia intesa non come cortesia ma come abbandono dell'egoismo e la bellezza degli occhi del Cristo del Volto Santo, che trasmettono fiducia nel futuro. Insieme, questi due principi producono la bellezza. "Solo con prerogative del genere - ha aggiunto il sacerdote - una comunità può guardare con fiducia al domani". È poi seguita la donazione della cera da parte dei rappresentanti delle 16 arti e corporazioni di mestiere esistenti nel XV secolo, più quella del sindaco Mauro Cornoli nelle vesti di maggiorente della città e quella del presidente della Società Balestrieri, Dario Casini. Al termine, Don Giancarlo Rapaccini ha formulato i suoi personali auguri per la riuscita delle manifestazioni e il breve corteo uscito dal portone centrale ha attirato molte persone lungo via Matteotti e piazza Garibaldi: la parentesi rinascimentale ha dunque preso il via.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansepolcro si immerge nelle Feste del Palio, il prologo con la tradizionale Offerta della cera

ArezzoNotizie è in caricamento