Giovedì, 18 Luglio 2024
Sansepolcro Sansepolcro

Sansepolcro, a Laura Milani il premio nazionale "Nonviolenza"

Scelti anche i candidati per il premio Nazionale “Cultura della Pace”

Il Comune di Sansepolcro e l’Associazione Cultura della Pace hanno comunicato la lista dei candidati al Premio Nazionale “Cultura della Pace-Città di Sansepolcro” edizione 2024, che sono stati monitorati dal comitato scientifico composto da Mao Valpiana, presidente del Movimento Nonviolento; Luigina Di Liegro, segretaria della Fondazione internazionale “Don Luigi Di Liegro”; don Achille Rossi, filosofo e teologo; Christoph Baker, scrittore; Mauro Biani, vignettista.

I candidati

Eraldo Affinati, scrittore e educatore, per il campo d’indagine “Educazione”;

Nicola Canestrini, avvocato presso la Corte penale dell’Aja, per il campo d’indagine “Diritti dell’Uomo”;

Collettivo di fabbrica GKN, per il campo d’indagine “Impegno Sociale”;

Riccardo Iacona, giornalista e conduttore televisivo, per il campo d’indagine “Giornalismo d’inchiesta”;

Paolo Jannacci, musicista, per il campo d’indagine “Musica, memoria e Lavoro”;

Filippo Thiery, fisico e metereologo di GEO, per il campo di indagine “Emergenza climatica”.

Premio Nonviolenza

L’Associazione Cultura della Pace e il Comune di Sansepolcro comunicano inoltre il nominativo della vincitrice del Premio Nazionale “Nonviolenza” Edizione 2024. Il comitato scientifico dell’Associazione Cultura della Pace, insieme ai componenti dell’Associazione Cultura della Pace hanno ritenuto di premiare la figura di Laura Milani, presidente della Conferenza nazionale enti per il servizio civile.

E’ un grande onore avere tra i vincitori di questa onorificenza la più alta rappresentante del mondo del servizio civile, proprio per l’opera che svolge in ambito lavorativo, di volontariato e di proposta alternativa alla difesa armata. Questa la motivazione dell’assegnazione dell’Edizione 2024 del Premio Nazionale “Nonviolenza” a Laura Milani: “per l’attività associativa che ha svolto nell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII e, che adesso svolge, come Presidente della Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile - CNESC, tutto finalizzato a costruire una società nonviolenta, solidale e pacifica, attenta a creare una rete di relazione tra enti, associazioni e cittadini per trovare e applicare soluzioni nonviolente ai conflitti sociali, economici e tra Stati con un diverso paradigma attuativo, come la promozione e la realizzazione del servizio civile quale modalità civile e nonviolenta di difesa della Patria”.

L’Associazione Cultura della Pace, in questa particolare stagione della politica mondiale, ha anche deciso di conferire una Menzione Speciale per la loro attività di destrutturazione della violenza a: Yurii Sheliazhenko, ucraino nonviolento e obiettore di coscienza alla guerra; Elena Popova, russa nonviolenta, dissidente; Associazione Mesarvot, associazione nonviolenta di opposizione alla guerra israeliana; Community Peacemakers Teams, associazione nonviolenta di opposizione alla guerra con attivisti palestinesi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansepolcro, a Laura Milani il premio nazionale "Nonviolenza"
ArezzoNotizie è in caricamento