SansepolcroNotizie

Rivi (Lega): "Una giunta ferma. E invece ci vorrebbero novità"

Il consigliere comunale di Sansepolcro critica la giunta Cornioli sul tema del Bilancio: "L’unica vera politica di Bilancio e di Programmazione dell'amministrazione è quella di traslare da un anno all’altro le stesse voci"

Alessandro Rivi, consigliere comunale della Lega a Sansepolcro, attacca la giunta sul bilancio. "Abbiamo constatato anche quest’anno che l’unica vera politica di Bilancio e di Programmazione della Giunta Comunale è solo e soltanto quella di traslare da un anno all’altro le stesse voci, senza impiantare elementi di novità di cui la città avrebbe fortemente bisogno".

I pochi elementi di novità che ci sono, assieme anche a qualche notizia positiva, non riescono nemmeno lontanamente ad invertire la rotta che purtroppo ha preso la nostra Città in questi ultimi anni: esercizi commerciali che chiudono, vetrine vuote e sfitte del Corso della Città, un turismo che non perde quella triste connotazione di “mordi e fuggi”. In merito al turismo e a quello che viene definito “Marketing Territoriale”, poco è stato fatto, considerando che in 3 anni e mezzo di mandato l’unica scelta politica significativa, che si può condividere oppure no, è stata l’esternalizzazione del servizio di gestione del Museo Civico.

In linea generale, sembra che l’obiettivo principale sia portare a termine quel che l’Amministrazione ha ereditato (l’esempio più grande è il Secondo Ponte sul Tevere), ma di novità per il futuro che facciano la differenza ce ne sono ben poche. Da sottolineare a tal proposito che la spesa in conto capitale in previsione (quindi investimenti) per il prossimo triennio, tende a calare in modo importante anno per anno.

Il tessuto economico locale sopravvive con le proprie difficoltà, ma non è ancora stata definita nemmeno una sorta di strategia di politica tributaria che in qualche modo metta in discussione gli attuali meccanismi di incentivazione all’impresa, da cambiare e discutere con il mondo economico locale.

Siamo in alto mare con l’ammodernamento dell’impianto di pubblica illuminazione del Comune, e nonostante ci auguriamo che l’ormai noto Project Financing prenda finalmente il via, abbiamo dubbi sulla effettiva possibilità di vedere conclusa questa lunga e complessa procedura. L’auspicio, comunque, è che in tutto questo tempo l’Amministrazione sia stata in grado di preparare una bozza di Progetto che massimizzi quanto possibile gli investimenti di cui ha bisogno il nostro impianto.

In tema di Sicurezza, nonostante l’Assessorato competente abbia portato a compimento l’importante impianto di videosorveglianza e di lettura targhe nella Città, abbiamo sollecitato in Consiglio che si torni a parlare di controllo di vicinato, del quale non si sente più parlare da molto tempo.

Ben più grave, però, è l’atteggiamento che ha la Giunta Comunale (e in particolare lo stesso Sindaco), con l’Amministrazione Regionale (targata PD). In tema di Sanità, il programma del Sindaco Cornioli era ambizioso, chiaro e deciso, ma sembra che quello spirito si sia spento molto negli ultimi mesi: non c’è più traccia di pubbliche prese di posizione rispetto alla Situazione del nostro ormai Ex Distretto Valtiberino e rispetto alle grandi difficoltà che il territorio affronta continuamente in questo ambito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per concludere, considerando che la programmazione 2020 è di fatto la parte finale dei 5 anni di mandato di questa Amministrazione, abbiamo ribadito ancora una volta che il grande cambiamento che il Borgo doveva abbracciare in questi 5 anni non si è visto e non si vedrà nemmeno nel prossimo anno e mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • I dilettanti pronti allo stop: "Se il protocollo è questo meglio fermarsi"

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento