Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sansepolcro

Rigenerazione urbana a Sansepolcro: variano bilancio e piano opere pubbliche per 5 milioni

L’amministrazione ha presentato uno studio di fattibilità per ottenere dei finanziamenti

Consiglio comunale di Sansepolcro (Immagine di repertorio)

Nella seduta del consiglio comunale di Sansepolcro, riunita lunedi scorso, sono stati approvati: la rettifica alla composizione dell’avanzo di amministrazione 2020 a seguito dell’invio definitivo della certificazione fondi Covid-19 e la variazione al bilancio di previsione finanziario 2021/2023 (entrambe relazionate dall’assessore Catia del Furia).

La variazione di bilancio si lega alla variazione al piano degli investimenti e al piano delle opere pubbliche per il triennio 2021 – 2023 per l’inserimento dell’intervento “Rigenerazione urbana del Centro Storico, riqualificazione aree verdi e spazi urbani con miglioramento del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale”. Si tratta di uno studio di fattibilità per partecipare ad un bando sulla rigenerazione urbana e, come specificato dall’assessore Marzi, ha messo insieme i vari progetti e cantieri che sono già in corso o sono terminati (pubblica illuminazione, Palazzo Muglioni, Campaccio ecc).

“I Comuni come il nostro possono avere fino a 5 milioni – ha detto Marzi – In questi anni abbiamo dimostrato di avere sempre progetti pronti, non abbiamo saltato mai un bando perchè sono opportunità importanti. La nostra intenzione, con questo studio, è di concentrarsi sul decoro e la vivibilità del centro storico, valorizzando anche le aree di parcheggio intorno”.

Dai banchi delle opposizioni, pur constatando la bontà del progetto, si è chiesta una maggiore condivisione per iniziative così importanti. L’assessore Marzi ha riposto che per il momento si tratta dello studio di fattibilità e se le cose andranno avanti, come si spera, ci sarà sicuramente necessità di confrontarsi sul tema.

In seguito sono state approvate le modifiche al Regolamento del Museo Civico (relatore l’assessore Gabriele Marconcini) e la convenzione con la Provincia di Arezzo per la gestione delle palestre per uso scuole. Come sottolineato dal presidente del consiglio con delega allo Sport, Lorenzo Moretti, “il rinnovo è per altri 3 anni e l’Ente provinciale si farà carico delle utenze e di una quota per la manutenzione. Con l’Ufficio Sport andremo a riaffidare le palestre, tra cui anche quella nuova della Collodi, alle associazioni sportive, che hanno dimostrato sempre grande impegno e attenzione”.

Tra i punti all’ordine del giorno che sono stati approvati, c’è anche il nuovo Regolamento per la disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale, presentato dall’assessore Riccardo Marzi, il quale ha sottolineato il grande lavoro fatto in questi anni tra varchi, lettura targhe, telecamere di contesto ecc, con la Polizia Municipale sempre più protagonista, in quanto la gestione dell’intero sistema è stato affidato proprio ai vigili urbani. Anche dai banchi dell’opposizione sono arrivati i ringraziamenti ai vigili e in particolare al comandante Guadagni per il lavoro svolto fin qui, soprattutto nella direzione di risolvere le problematiche e le lacune che si sono presentate di volta in volta.

E’ stato poi confermato il Collegio dei Revisori dei Conti per gli anni 2021-2024. Per quanto riguarda le interrogazioniCatia Giorni (gruppo consiliare Movimento 5 Stelle) ha chiesto come verranno utilizzati i fondi destinati al Comune di Sansepolcro nell’ambito della misura “Futuro in Comune” del progetto Rigenera Italia. Ha risposto il sindaco Cornioli dicendo che con una delibera di Giunta sono già stati impegnati per il rifacimento della pubblica illuminazione.

Il gruppo consiliare Forza Italia, tramite Tonino Giunti, ha chiesto chiarimenti sulla notizia riportata dalla stampa riguardo alla caserma della Polizia di Stato e gli organici, se è vero che ci sono dei problemi sulla permanenza della stessa al Borgo. Ha risposto il sindaco tranquillizzando che “la stabilità del commissariato non è mai stata messa in dubbio. E’ vero che ci sono dei pensionamenti, come succede dappertutto. Per la struttura, è emersa la possibilità di utilizzare l’edificio messo a disposizione da un cittadino, ma siamo ancora in fase di valutazione”. Il sindaco ha anche informato il parlamentino che all’Agenzia delle Entrate di Sansepolcro sono arrivati tre nuovi impiegati, quindi gli uffici sono stati potenziati.

Sempre Tonino Giunti ha chiesto al sindaco quale sia la situazione delle imprese operanti sul territorio comunale e se l'amministrazione abbia intenzione di aiutare in qualche modo le aziende che versino in difficoltà a causa del Covid.  Il sindaco ha risposto facendo un quadro della situazione e sottolineando che l’amministrazione ha deciso di intervenire sulla Tari, andando incontro alle esigenze delle attività più in crisi, come palestre, agenzie di viaggio ecc. Ci saranno quindi abbattimenti diversificati.

Sempre Giunti (Forza Italia), ha chiesto informazioni sulla situazione delle persone assistite dal settore sociale. Ha risposto l’assessore Vannini dicendo che il bando per le case popolari è stato completato e si stanno assegnando le prime abitazioni; che è entrato a tempo pieno uno psicologo, che sarà di sostegno a chi ha bisogno; che sono arrivate due nuove assistenti sociali. “Chi ha sofferto di più nei mesi della pandemia sono state sicuramente quelle famiglie che hanno disabili e tutto il mondo della salute mentale, a causa dell’isolamento e delle restrizioni. Le famiglie hanno dovuto sostenere un grande peso”.

L’ultima interrogazione di Giunti ha riguardato il contratto di fiume Tevere di cui ha parlato la stampa nei gioni scorsi. Il sindaco ha spiegato che si tratta di un manifesto di intenti che poi troverà concreta realizzazione. “Sono contratti che servono a superare la frammentazione degli interventi sul fiume da parte dei singoli enti”.

La seduta si è chiusa con le mozioni. La prima, presentata da Alessandro Rivi (Lega Nord), era relativa all’aumento delle ore di apertura della Biblioteca comunale. Ha risposto il consigliere Andrea Goretti confermando che era già stato predisposto il calendario estivo, che prevede dal 7 giugno l’orario continuato 9,30-18,30 (dal lunedì al venerdì). Quindi la mozione è stata ritirata.

Sempre la Lega ha presentato una mozione in merito alla realizzazione di una rete di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici e gestione del servizio di ricarica. Ha risposto l’assessore Francesco Del Siena dicendo che le auto elettriche e la mobilità green stanno prendendo sempre più piede e, facendo un veloce sondaggio tra i rivenditori di auto, è emerso che la tendenza è in crescita. “Questo significa che dobbiamo dotarci di altre colonnine” ha concluso Del Siena. La mozione è stata approvata all’unanimità.

La conclusione della seduta ha visto la discussione sul DDL Zan, con un atto d’indirizzo presentato dalla Lega Nord. Secondo Rivi il disegno di legge presenta molti limiti e non ha utilità perchè quanto previsto nel testo. L’atto di indirizzo è stato bocciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigenerazione urbana a Sansepolcro: variano bilancio e piano opere pubbliche per 5 milioni

ArezzoNotizie è in caricamento