SansepolcroNotizie

"Inviate le vostre proposte per il suolo pubblico". L'appello del Comune alle attività

“Ripartiamo insieme”: in questa fase di ripartenza, le attività commerciali e artigianali di Sansepolcro possono presentare proposte al Comune per l’utilizzo del suolo pubblico

“Ripartiamo insieme”: in questa fase di ripartenza, le attività commerciali e artigianali di Sansepolcro possono presentare proposte al Comune per l’utilizzo del suolo pubblico, per garantire che tutto si svolga in modo idoneo rispettando le regole di distanziamento, per organizzare meglio il lavoro ed erogare un servizio migliore ai clienti. Ogni esercente sa di cosa avrebbe bisogno e in questo momento qualsiasi contributo di idee può essere di aiuto: avere più spazio all’esterno, ad esempio, per consentire la giusta distanza tra i tavoli di un bar o di un qualsiasi locale; orari di apertura più lunghi; chiusura di strade per allestire all’esterno la propria merce ecc. Adesso è possibile aderire all’avviso pubblicato nel sito del Comune per far presenti le proprie necessità.

Gli interessati devono inviare la documentazione specificando l’oggetto, cioè “RIPARTIAMO INSIEME - Proposta degli operatori economici”; dovrà essere presentata per posta elettronica ordinaria all’indirizzo: segreteriasindaco@comune.sansepolcro.ar.it o a mezzo Pec: protocollo.comunesansepolcro@legalmail.it o all’ufficio Urp del Comune di Sansepolcro in Piazza Gramsci n. 5. La proposta dovrà pervenire entro le ore 12.00 del 21 maggio. Le eventuali proposte che giungeranno oltre il termine, saranno esaminate in una fase successiva.

“Abbiamo condiviso, con le associazioni di categoria Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti che ringraziamo, l’invito a confrontarci apertamente, dicendo in modo chiaro di cosa le attività hanno bisogno – spiega il sindaco Cornioli – Questo avviso ha proprio lo scopo di fare un quadro generale delle richieste, per poi scendere nel particolare delle singole esigenze. La stagione turistica sta per ripartire e dobbiamo essere in grado di offrire una città sicura e a misura di uomo, una città che rispetta le regole ma che vive. E’ un’occasione molto importante per attività commerciali e artigianali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento