rotate-mobile
Sansepolcro Sansepolcro

Lega Valtiberina: “Il progetto Pnrr per la Casa di Comunità va cambiato”

''Pronti a difendere l’Ospedale della Valtiberina con future mobilitazioni e raccolte firme''

''No allo spostamento del parto di Fisioterapia dall’attuale posizionamento per ospitare la Casa di Comunità: siamo pronti a difendere l’Ospedale della Valtiberina anche con future mobilitazioni e raccolte firme nel caso in cui le richieste dell’Amministrazione Comunale di Sansepolcro non siano accolte''.

La Lega Valtiberina scende in campo e lo fa prendendo una posizione netta sul progetto della Casa di Comunità. In una nota, infatti, viene evidenziato come sia ''molto attuale il tema della Casa di Comunità che verrà realizzata presso il presidio ospedaliero di Sansepolcro, in particolare nei locali degli attuali poliambulatori, con fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza per un importo superiore al milione di euro'', ma gli esponenti del Carroccio sono contrarti alla ''realizzazione di tale struttura all’interno dell’attuale palazzina dei poliambulatori, che comporterebbe infatti lo spostamento dei poliambulatori stessi al piano terra dell’ospedale all’interno degli attuali locali dell’Unità Operativa di Riabilitazione Funzionale (Fisioterapia) che a sua volta sarebbe spostata in locali privati distanti dall’ospedale''. Da qui la protesta e la mobilitazione.

La Lega con i suoi consiglieri comunali, infatti, ''ha seguito la vicenda, incontrando più volte l’assessore Menichella che ringraziamo per la disponibilità e la condivisione'', elaborando anche una precisa posizione: ''La Lega è assolutamente contraria allo spostamento del reparto di Fisioterapia dall’attuale posizionamento e, non essendoci altri locali liberi all’interno dell’ospedale stesso, è impensabile l’esternalizzazione del servizio in locali privati'' perchè ''La Lega reputa la palazzina dei poliambulatori come una delle aree più efficienti del presidio ospedaliero e di cui l’utenza è assolutamente soddisfatta, perciò immaginare uno spostamento dei poliambulatori in ambienti diversi ci risulta poco comprensibile''. ''Allo stesso tempo però la Lega è assolutamente consapevole dell’importanza di portare a termine la realizzazione del progetto della Casa di Comunità e dell’importanza che ciò avrebbe per lo sviluppo della medicina territoriale – hanno scritto ancora - Perciò secondo la Lega l’unica strada perseguibile per procedere con la realizzazione di questo progetto, preservando allo stesso tempo due realtà (riabilitazione e poliambulatori) che già adesso funzionano in maniera assolutamente efficiente riscuotendo soddisfazione da parte dell’utenza, è quella di rimettere mano al progetto e prevedere nello stesso la realizzazione di una nuova palazzina, a fianco dell’attuale palazzina poliambulatori (ovvero la stessa posizione che Sindaco e Assessore hanno assunto con i dirigenti Usl). La Lega è molto scettica riguardo all’impossibilità di modificare il progetto PNRR e in ogni caso reputa la realizzazione di tale ulteriore palazzina assolutamente necessaria almeno per trattenere in loco il servizio di fisioterapia, perciò anche nel caso in cui sia verificata l’impossibilità di modifiche a tale progetto, secondo la Lega sarà fondamentale l’intervento di Azienda Sanitaria e Regione per reperire i fondi necessari per la sua realizzazione''.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Valtiberina: “Il progetto Pnrr per la Casa di Comunità va cambiato”

ArezzoNotizie è in caricamento