rotate-mobile
Sansepolcro Sansepolcro

Due luoghi di Sansepolcro saranno intitolati a Oriana Fallaci e Amintore Fanfani

Nell'ambito dell'ultimo consiglio comunale biturgense è stato inoltre approvato il rendiconto di gestione per l’esercizio 2023 del Comune

Consiglio comunale di Sansepolcro: due nuove intitolazioni di aree comunali a figure di spessore nazionale.

Un viale cittadino sarà intitolato ad Amintore Fanfani. Nello specifico il tratto di strada che parte dall’incrocio dell’attuale viale Galileo Galilei con via dei Molini e arriva sino all’incrocio dello stesso viale Galilei con via della Montagna, compresi piazzale e parcheggio dell’ospedale. Prevista anche la realizzazione e installazione di una lapide da apporre nella casa in via Beato Ranieri. Le motivazioni relative a questa iniziativa sono “in considerazione della volontà di ricordarne l’onestà intellettuale e l’integrità morale che ne hanno contraddistinto l’opera sia di uomo che di politico; l’impegno perseguito per la sua terra e per l’intero territorio provinciale; l’essersi adoperato fortemente per reperire i fondi necessari per la realizzazione dell’ospedale di zona che sorge a Sansepolcro”.

L’altra intitolazione, che era stata annunciata nel corso del convegno a lei dedicato per la Giornata Internazionale della Donna, riguarda Oriana Fallaci. Alla sua memoria sarà dedicata la sala posta al primo piano della biblioteca comunale “Dionisio Roberti”. Con la denominazione “Sala di lettura Oriana Fallaci”, in omaggio alla donna e alla giornalista e scrittrice di spessore.

Rendiconto di gestione

Nell'ambito dell'ultimo consiglio, con i voti dei consiglieri di maggioranza, è stato inoltre approvato, nel corso dell’assise di lunedì sera, il rendiconto di gestione per l’esercizio 2023 del Comune.  Il risultato di amministrazione, dato complesso e composto da molte voci, ammonta a 15 milioni di euro. Di questi una parte accantonata (13,5 milioni di euro), una parte vincolata (606mila euro), una parte destinata agli investimenti (300mila euro) e infine una parte disponibile di 764mila euro. Per quanto riguarda la fetta più consistente, la parte accantonata legata a fondo crediti dubbia esigibilità, le risorse, come ogni anno, sono a disposizione in modo prudenziale e si libereranno quando i crediti saranno incassati. L’avanzo di amministrazione, pari come detto a 764mila euro, deriva da quattro componenti: dinamica delle riscossioni, avanzo libero 2022 non speso, chiusura finale certificazione Covid 19, gestione positiva oltre le aspettative di competenza. “Non siamo un’istituzione” precisa l’amministrazione comunale “che stanzia i soldi e poi non li spende. Sul lato degli investimenti infatti la percentuale di sviluppo del piano degli stessi investimenti è pari al 35,49%. In sostanza abbiamo realizzato al momento un terzo di quanto messo in programmazione ad inizio mandato. Indicativo anche il dato relativo al Pnrr che indica come diversi soldi li abbiamo portati già solo da lì, oltre tutto quello che stiamo realizzando”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due luoghi di Sansepolcro saranno intitolati a Oriana Fallaci e Amintore Fanfani

ArezzoNotizie è in caricamento