menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'illuminazione pubblica fa discutere, la giunta annuncia il piano e il M5S: "C'era Marzi in Comune o un sosia"

Marzi proprio ieri ha illustrato i contenuti del piano che riguarda il centro storico, i viali attorno alle mura, la zona industriale Alto Tevere e la zona Trieste-Riello

Parte il piano per la pubblica illuminazione e partono anche le polemiche che vedono come protagonisti, da una parte l'assessore Riccardo Marzi della giunta Cornioli e dall'altra il Movimento Cinque Stelle di Sansepolcro.

Marzi proprio ieri ha illustrato i contenuti del piano che riguarda il centro storico, i viali attorno alle mura, la zona industriale Alto Tevere e la zona Trieste-Riello. Sono le 4 zone individuate dall’amministrazione comunale, tramite gli uffici competenti, per dare il via al progetto di rinnovamento della pubblica illuminazione, un tema molto sentito in città e che adesso ha trovato la sua soluzione migliore.

Cornioli e Marzi parlano della nuova illuminazione pubblica

“Fin dall’inizio del nostro mandato, è stato un impegno di questa amministrazione rinnovare la pubblica illuminazione e farlo con la modalità più adatta e conveniente nel segno dell’efficenza – spiega il sindaco Mauro Cornioli -  L’unico strumento a cui sarebbe stato possibile ricorrere negli ultimi anni era il Project Financing, cioè l’esternalizzazione ad una Finanziaria di un bene comune. Questa soluzione non ci convinceva e non l’abbiamo voluta: ci sembrava complicata e ad alto rischio, visto anche come sono andati alcuni Project Financing in altri Comuni”.

Nel marzo del 2020 si è aperta la possibilità di contrarre mutui da ripagare con i risparmi in bolletta. Il tempo di realizzare uno studio di fattibilità, circoscrivendo alcune zone di Sansepolcro, ed ecco che è pronto un progetto da 800 mila euro riferito a quattro aree, come detto: centro storico, viali attorno alle mura, zona industriale Alto Tevere, zona Trieste Riello. “Il progetto andrà avanti per stralci – continua il sindaco - Presto andremo in gara con il primo, cioè i viali attorno alle mura”.

“Dopo 30 anni che la pubblica illuminazione non viene rinnovata, questa è la prima amministrazione che prende in esame il rinnovamento totale degli impianti, la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico – commenta l’assessore Riccardo Marzi – Abbiamo dovuto aspettare perchè le proposte che abbiamo ricevuto erano allettanti nei tempi di realizzazione ma non nel conto economico. È passato del tempo ma abbiamo trovato la soluzione migliore per il Comune. Ci dispiace rilevare che coloro che oggi lamentano il ritardo, sono gli stessi che fino a ieri sbandieravano il Project Financing come migliore soluzione e avrebbero fatto cadere il Comune in errore, lasciando spazio all’ennesima privatizzazione. Come amministrazione abbiamo scelto un’altra strada, cioè un piano di investimenti pluriennale che ci permetta di rifare tutta l’illuminazione accendendo mutui e tenendo in mano la cloche dei comandi” conclude Marzi.

La reazione della consigliera comunale Catia Giorni

"Lungi da noi fare polemiche, ma non possiamo tacere di fronte al palese rovesciamento della realtà operato dall’assessore Marzi. Non possiamo accettare che un amministratore di lunghissimo corso come lui (in Consiglio dal 1999), già presidente della Comunità Montana ai tempi della sua militanza in Alleanza Nazionale e ora membro di una giunta che vede al suo fianco l’ex segretario di Rifondazione Comunista, usi per propagandare queste falsità lo strumento del comunicato stampa ufficiale del Comune. In questi anni abbiamo sempre contrastato la scelta del Project Financing (diciamolo in italiano, Finanza di Progetto) fatta dall’amministrazione comunale per la sistemazione degli impianti di illuminazione, chiedendo ripetutamente aggiornamenti sulle tempistiche di soluzione di problematiche che riguardano evidentemente tutti i cittadini. Egli qualche giorno fa afferma, in un comunicato stampa ufficiale del Comune di Sansepolcro (piccola nota di stile: anche se si sta in Comune da oltre 20 anni, non si possono usare questi strumenti come se fossero roba propria): Ci dispiace rilevare che coloro che oggi lamentano il ritardo, sono gli stessi che fino a ieri sbandieravano il Project Financing come migliore soluzione e avrebbero fatto cadere il Comune in errore, lasciando spazio all’ennesima privatizzazione. Il mondo alla rovescia. Ma non perdiamoci in chiacchiere, prendiamo i documenti ufficiali e verifichiamo come stanno le cose riportando proprio le parole e le prese di posizione dell’amministrazione e di Marzi: La possibilità di sfruttare moderni strumenti come la finanza di progetto ci permetterà di affrontare investimenti di medio-lungo periodo che permettano soluzioni definitive in tema di illuminazione pubblica, efficientamento energetico e di sviluppo di progetti strategici legati allo sport. (Linee programmatiche giunta Cornioli, Delibera di Consiglio Comunale n. 169 del 24 ottobre 2016 pagina 6). Con oltre 60 richieste di installazione nuovi punti luce, Marzi spiega che al momento l’obiettivo è quello di pianificare ampliamenti tramite il project financing (resoconto Consiglio Comunale del 21 maggio 2018, Delibera di Consiglio Comunale n. 60 del 21-05-2018 in risposta a interrogazione su punti luce in via Bartolomeo della Gatta). Dalle dichiarazioni del sindaco è emerso anche un grande obiettivo dell’amministrazione per la fase finale del mandato, ossia la riqualificazione dell’impianto di pubblica illuminazione attraverso il meccanismo del project financing, sul quale il primo cittadino si è soffermato prima di lasciare la parola agli altri membri dell’amministrazione comunale. (Comunicato stampa del 23 dicembre 2019 pubblicato anche sul sito ufficiale del Comune, titolo “Il sindaco Cornioli: “Pronti a realizzare gli ultimi obiettivi del mandato. Uno su tutti, la pubblica illuminazione”).

Chiediamo allora all’assessore Marzi: in tutti questi anni, in Comune c’era lui o un sosia?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento