rotate-mobile
Sansepolcro Sansepolcro

Acqua pubblica e decoro urbano ancora al centro del dibattito politico

I due temi prioritari per Fratelli d'Italia, il punto della consigliera Laura Chieli

Decoro urbano, gestione pubblica del servizio idrico. Sono questi i due grandi temi su cui il gruppo consiliare “Fratelli d’Italia - Sansepolcro Futura” e rappresentato dalla consigliera Laura Chieli, sta proseguendo la propria attività.

A fare il punto della situazione è stata proprio dal capogruppo, visto che ''il Consiglio Comunale di febbraio sarà interamente dedicato al Bilancio e riteniamo doveroso informare la cittadinanza sul lavoro che comunque abbiamo svolto in gennaio-febbraio e su cui stiamo continuando ad operare''.

''Durante l’ultimo consiglio del 28 dicembre – ha ricordato la Chieli - presentammo una mozione per impegnare la Giunta e il Sindaco di Sansepolcro a richiedere l’eliminazione dell’articolo 6 del Disegno di Legge cosiddetto “Concorrenza” che probabilmente andrà in discussione al Parlamento nella prossima estate. Tale articolo infatti taglia le gambe ai comuni che volessero gestire il servizio idrico, al punto da rendere infattibile la gestione diretta delle acque da parte di un comune o di un’unione consortile di più comuni''.

Il consigliere di opposizione ricorda come siano molto i ''comuni italiani – di ogni colore politico - che in questi mesi stanno rispondendo alla sollecitazione che arriva dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua'' per lo stesso obiettivo, così come critici sono Anci e il Wwf.

''Nella nostra campagna elettorale una delle lamentele che con più insistenza ci arrivava dai cittadini era proprio quella relativa a Nuove Acque: al caro-bollette e al fatto che i soldi dei Biturgensi vadano a riempire le tasche dei Francesi e dei Romani, visto che Suez e Acea sono i maggiori azionisti privati della Società Nuove Acque. Ricordiamo tra l’altro che il Comune di Sansepolcro nel suo Statuto dedica l’intero articolo 8 bis all’acqua come bene pubblico e si impegna per il suo riconoscimento'' .

La mozione, poi, durante la seduta venne ritirata perchè la maggioranza disse di voler ''approfondire la questione prima di esprimersi con una votazione'': commissione che si è poi riunita lo scorso 15 febbraio, ma si è conclusa con un rinvio, chiesto da parte dei consiglieri del Pd, ''in modo da poter capire ancora di più e ancora meglio''.

Il secondo tema è il decoro urbano, in particolare '' le condizioni dell’ingresso nord di Sansepolcro - la parte iniziale dei Viali di Porta Fiorentina, per capirsi - costituiscono una bella spina nel fianco per la nostra città, considerato poi che la situazione si protrae ormai da lunghi decenni'', senza dimenticare la questione di Piazza della Repubblica.

In questo caso nell’ultima seduta della Commissione Urbanistica, tenutasi il 3 febbraio scorso, è stata accolta ''favorevolmente la proposta di Laura Chieli di aprire un dialogo istituzionale con i diretti interessati: i privati titolari delle proprietà in oggetto".

''Entro la fine di marzo – ha affermato ancora la Chieli - sarà quindi convocata una seduta della Commissione Urbanistica allargata alla partecipazione dei proprietari degli immobili di Piazza della Repubblica: primo importante step di un doveroso iter di riqualificazione condivisa che crediamo l’Amministrazione non possa esimersi di curare in modo particolare, vista l’importanza e la centralità dell’area urbana interessata''.

''Esprimiamo soddisfazione, infine, per quanto concerne le nostre mozioni che hanno avuto esito positivo- ha detto - fra cui quella relativa all’attivazione dei Puc (Progetti Utili alla Collettività) per i percettori del Reddito di Cittadinanza, approvata all’unanimità, mentre è in via di attuazione, mentre quella riguardante l’intitolazione di un sito urbano ai Martiri delle Foibe''.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua pubblica e decoro urbano ancora al centro del dibattito politico

ArezzoNotizie è in caricamento