Venerdì, 23 Luglio 2021
Sansepolcro

Elezioni Provincia: battaglia all'ultimo voto. Sansepolcro ago della bilancia

494 elettori, 36 sindaci e un consiglio da ricostituire. Sono fissate per il 31 ottobre 2018 le elezioni (di secondo grado) per il rinnovo degli organi provinciali. Prima della fine dell'anno Arezzo avrà un consiglio rinnovato e anche un nuovo...

provincia-sala-consiglio1

494 elettori, 36 sindaci e un consiglio da ricostituire.

Sono fissate per il 31 ottobre 2018 le elezioni (di secondo grado) per il rinnovo degli organi provinciali. Prima della fine dell'anno Arezzo avrà un consiglio rinnovato e anche un nuovo presidente.

Attualmente l'ente è guidato da Roberto Vasai. In carica dal 2009 e succeduto a Vincenzo Ceccarelli, attuale assessore regione. Per nove anni l'ex sindaco di Pergine Valdarno si è occupato della macchina provinciale vivendo momenti come la famosa spending review e poi la legge Delrio che, dal 2014, ha rivisto i sistemi di elezione degli organi politici provinciali.

Di fatto il consiglio potrà essere eletto da tutti i rappresentanti dei 36 governi locali. Sindaci e consiglieri saranno chiamati alle urne per indicare chi saranno i prossimi componenti dell'assise provinciale e chi il nuovo presidente.

Però non tutti e 36 i primi cittadini potranno essere votati. Tra i papabili ci sono solo ed esclusivamente quelli che non andranno al voto nel 2019. Quindi, 25 sono esclusi.

I papabili sono in tutto 11, cinque sono espressione del centrosinistra, cinque del centrodestra e un rappresentante civico. Ancora top secret i nomi di coloro che si offriranno come capolista per la presidenza anche se, i conti, sono presto fatti. Per il centrosinistra i sindaci che potranno essere incaricati sono: Ginetta Menchetti (Civitella in Valdichiana), Simona Neri (Pergine Valdarno Laterina), Margherita Scarpellini (Monte San Savino), Fiorenzo Pistolesi (Ortignano Raggiolo) e Roberto Pertichini (Montegnaio). Per il centrodestra invece ci sono: Alessandro Ghinelli (Arezzo), Silvia Chiassai (Montevarchi), Alessandro Polcri (Anghiari), Mario Francesconi (Capolona) e Claudio Baroni (Caprese Michelangelo). Sansepolcro, con Mauro Cornioli, è invece espressione di una realtà civica. Nelle prossime settimane, terminati i calcoli che entrambe le parti hanno affidato ai propri esperti, verranno indicate le candidature e le liste di appoggio dalle quali saranno poi indicati i componenti del consiglio provinciale. Stando solo alle cifre l'aspetto che salta immediatamente all'occhio è la completa assenza di una maggioranza da ambo gli schieramenti. L'ago della bilancia è in questo caso la scelta che verrà siglata dal primo cittadino biturgense. Tutto ancora da stabilire dunque anche se, nelle ultime settimane, i nomi che si rincorrono sono quello di Simona Neri e di Silvia Chiassai.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Provincia: battaglia all'ultimo voto. Sansepolcro ago della bilancia

ArezzoNotizie è in caricamento