SansepolcroNotizie

Cultura, istruzione, beni comuni: l’assessore Marconcini fa il punto sui traguardi del 2019 e gli obiettivi per l’anno nuovo

L’assessore biturgense ricorda i principali risultati ottenuti negli ultimi dodici mesi. In arrivo importanti novità nel 2020

L'assessore del comune di Sansepolcro Gabriele Marconcini fa il punto su tutti i traguardi raggiunti nel 2019 dall'amministrazione comunale e fissa i prossimi obiettivi per il 2020, con numerose novità in vista.

"Per quanto riguarda la cultura il 2019 è stato un anno molto vivo: grazie alla partecipazione attiva alle celebrazioni leonardiane la nostra città è riuscita a porsi come un importante perno culturale della regione e dell’Italia centrale. Non a caso tra i 273 comuni toscani, Sansepolcro è stato scelto, assieme a Rapolano Terme, per sperimentare la pianificazione di un piano culturale integrato che sarà redatto con il supporto dell’Anci e della Regione Toscana: grazie a tale lavoro a partire dal 2020 avremo modo di richiamare nel nostro territorio ulteriori risorse. 

Proseguendo il lavoro dei due anni precedenti, si è continuato ad investire sul Museo Civico, dove abbiamo iniziato a lavorare intensamente con le scuole grazie all’organizzazione interna delle attività didattiche. Anche nell’ambito della rigenerazione urbana abbiamo compiuto dei passi importanti, dato che dopo il progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria, pochi giorni fa ci hanno riconosciuto un importante finanziamento regionale anche per intervenire su Palazzo Muglioni, sede di CasermArcheologica. Degno di nota, per le ricadute culturali che è in grado di generare, è stato anche il rinnovo dei locali della sala espositiva di Palazzo Pretorio, da sempre molto utilizzati dagli artisti locali e non.

Nell’ambito dell'eventistica nel corso del 2019 ci siamo impegnati energicamente per far crescere manifestazioni come il Carnevale, Sapori DiVini, Estate al Borgo e Borgo del Natale e, allo stesso tempo, abbiamo garantito il supporto a numerosi progetti e iniziative. Anche quest’anno particolarmente soddisfacente è stata la stagione teatrale al Teatro Dante che per il quarto anno consecutivo ha fatto registrare una crescita degli abbonati. 

Per ciò che riguarda l’istruzione, assieme ai lavori pubblici è stato fatto un importante lavoro di progettazione condiviso con i dirigenti dei plessi che saranno interessati dagli interventi di ristrutturazione, mentre come conferenza zonale siamo riusciti anche quest’anno a mantenere l’autonomia delle scuole di montagna. Importante è stata anche l'implementazione del servizio al nido comunale che anche nel 2019, grazie al contributo della Regione Toscana, è stato esteso al mese di luglio e prolungato come fascia oraria.

Sul fronte dei Beni Comuni al fine di migliorare la raccolta dei rifiuti sono state introdotte le seguenti misure: controllo del territorio con foto-trappole e ispettori ambientali, introduzione dei cassonetti dell'organico, razionalizzazione delle postazioni preesistenti, attivazione numero verde per ritiro sfalci e potature, istallazione degli eco-compattatori, predisposizione di punti di raccolta per batterie esauste, medicinali scaduti e oli da cucina, promozione del progetto "Differenziare per Risparmiare" (che ha già portato alla raccolta di quasi 60.000 kg di rifiuti differenziati), introduzione di mastelli nuovi con serratura per le attività del centro storico, attività di sensibilizzazione in tutte le scuole del territorio di ogni ordine e grado.

Parallelamente a tutto ciò, costante è stato l’impegno per modificare l’attuale assetto gestionale dei beni comuni e la logica delle macro-aree: sulla lunga lotta per la ripubblicizzazione dell’acqua ingente è stato lo sforzo per riportare la futura gestione pubblica del servizio idrico nei territori, scongiurando il rischio di un unico gestore regionale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dilettanti pronti allo stop: "Se il protocollo è questo meglio fermarsi"

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento