menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corale Domenico Stella e Città di Piero cantano nel ricordo dei coristi scomparsi

L'appuntamento oggi nella cattedrale di Sansepolcro

Corale Domenico Stella e Coro Città di Piero cantano nel ricordo dei coristi scomparsi. I due cori che ormai si esibiscono congiunti da qualche anno animeranno il servizio liturgico della Santa Messa delle ore 18 di oggi,sabato 23 febbraio 2019, nella Cattedrale di Sansepolcro. Un’occasione per tornare a parlare del chiaro lavoro vocale svolto da tanti e, in particolare, da quanti lo hanno svolto in passato e, pur non essendoci più continuano a far parlare di loro i compagni coristi che gli volevano bene. I cori uniti, che hanno recentemente rinnovate le proprie maestranze identificando in Pasquale Longo e Claudio Fiordelli rispettivamente le figure di Presidente e Vice Presidente, sono accomunati dalla voglia di cantare, stare insieme, divertirsi, far divertire ed emozionare gli ascoltatori esprimendosi nei generi più vari; la musica polifonica classica, la musica leggera, quella appartenente alle colonne sonore o proveniente dai temi popolari accomuna dunque un gruppo di persone e, come sempre accade in casi simili, si stabiliscono dei rapporti di tipo amicale. Le maestranze del gruppo hanno voluto dunque celebrare questa amicizia ed in particolare quella con i componenti che non ci sono più. Coltivare il ricordo rappresenta un po’ la cifra stilistica di queste formazioni che nel 2017, celebrando un importante anniversario delle fondazioni dei due gruppi, avevano dedicato il volume “Ottant’anni in due”, scritto da Lorenzo Tosi, proprio ai coristi che non c’erano più ed erano scomparsi negli anni precedenti. Lo stesso Presidente Pasquale Longo nell’annunciare la Santa Messa di Sabato 23 Febbraio e il motivo della partecipazione dei cori alla funzione ha ricordata la dedica riportata sul libro.

“Canteremo nel ricordo di quanti hanno fatto parte della nostra formazione e anche se non sono più tra noi – ha detto Longo – ne fanno ancora parte nei nostri cuori e nel Cielo”. Il pubblico è abituato a vederli e, soprattutto, ad ascoltarli in concerti e rassegne; gli appuntamenti più recenti sono stati i Concerti di Natale che hanno visto la formazione peraltro accanto alla Schola Cantorum Don Vittorio Bartolomei di Anghiari, il 27 in Cattedrale a Sansepolcro e il 29 alla Propositura di Anghiari. Serate di grande successo e tanti applausi da parte di folti pubblici. Ora, lontani da quei momenti più mondani, i cori prestano servizio liturgico per un momento di ricordo dei coristi, a dir la verità tanti, che sono scomparsi in passato. Sono tanti, del resto, anche gli anni di attività dei cori. Nel 2017 il Coro Città di Piero ha celebrati i suoi 30 anni e la Corale Domenico Stella i suoi 50 anni dalla fondazione. Ora i cori sono uniti come congiunto è anche il ricordo dei coristi delle due formazioni dei tempi in cui si esibivano separate. Questi coristi, come dicono gli alpini a cui sono tanto care le musiche corali, sono andati avanti ma nessuno sembra volersi dimenticare di loro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento