Sansepolcro

Casa della Salute a Sansepolcro, ieri pomeriggio incontro dei gruppi consiliari con il direttore di Asl Enrico Desideri

“La scelta di collocare la Casa della Salute in Via Montefeltro rappresenta la soluzione più consona in termini di logistica e fruibilità per i pazienti, oltre a costituire una nuova sfida per i medici di base del territorio che hanno già espresso...

cornioli desideri

"La scelta di collocare la Casa della Salute in Via Montefeltro rappresenta la soluzione più consona in termini di logistica e fruibilità per i pazienti, oltre a costituire una nuova sfida per i medici di base del territorio che hanno già espresso la loro ferma volontà al trasferimento dei propri ambulatori in quell'area." A sottolineare la questione è stato il sindaco Mauro Cornioli nel corso dell'incontro tra i capigruppo del Consiglio comunale di Sansepolcro e i vertici di Asl Toscana Sud Est tenutosi lunedì 26 marzo nella Sala della Giunta di Palazzo delle Laudi alla presenza del Direttore Generale Enrico Desideri.

La riunione, fortemente voluta dal primo cittadino al fine di fare chiarezza sul tema, ha dato modo ai vertici dell'Azienda Sanitaria di illustrare nel dettaglio alle forze politiche di maggioranza e minoranza i vari step che porteranno alla costituzione della Casa della Salute nei locali adiacenti il centro commerciale, già sede degli ambulatori di sei degli otto medici di base del comune ed unica sistemazione in grado di rispondere alle direttive della Regione per tale servizio.

"Il nostro obiettivo è quello di istituire una Casa della Salute in ogni territorio in modo da dare risposte socio-assistenziali vicine ai cittadini - ha spiegato Desideri - La Casa della Salute è una struttura territoriale per definizione, quindi distaccata dall'ospedale, che garantisce l'accoglienza ai cittadini dalle 8 alle 20 tramite personale di studio, in grado di indirizzarli nei percorsi assistenziali. Il personale medico e infermieristico è presente per dieci ore al giorno e fornisce, oltre alle visite mediche, esami strumentali di primo livello come l'elettrocardiogramma, lo spirometro e la terapia anticoagulante orale. Nella stessa struttura è anche previsto un punto prelievi e un Cup che permette l'immediata prenotazione della prescrizione medica ("dove si prescrive si prenota") e l'integrazione con il servizio sociale."

Il Direttore Generale si è tuttavia soffermato sull'ipotesi di una sede alternativa per il servizio, evidenziando una serie di problematiche e criticità che ne comprometterebbero la costituzione sia in termini di tempistiche che di risorse: "I medici di medicina generale di Sansepolcro hanno proposto i locali di Via di Montefeltro come sede della Casa della salute dove 6 medici hanno già l'ambulatorio e gli altri due medici si unirebbero. I locali rispettano i requisiti strutturali richiesti dalla Regione Toscana e la Asl non dovrebbe investire sulla ristrutturazione degli ambienti e dei parcheggi. Aumenterebbero invece i tempi di realizzazione e i costi se la scelta ricadrà sul distretto in Via Santi di Tito, dove lo spazio in questo momento è carente e dove si renderebbero necessari interventi di manutenzione e la creazione di nuovi posti auto in un'area già trafficata."

Un'altra importante precisazione esternata dai vertici dell'Azienda ha riguardato i costi e le varie inesattezze trasmesse nei giorni scorsi alla stampa: "È bene chiarire una volta per tutte che saranno i medici di medicina generale ad accollarsi le spese di affitto, utenze e personale dei locali da loro scelti. La Asl pagherà ai medici l'organizzazione dei nuovi servizi clinico assistenziali come in ogni Casa della Salute. Inoltre, abbiamo chiesto ai medici di fare una gestione programmata delle patologie croniche dei loro assistiti, anche con esami strumentali di primo livello, e di inserirli in percorsi assistenziali in grado di ridurre la mortalità o l'aggravarsi della malattia (medicina d'iniziativa e progetto reti cliniche integrate e strutturate). I dati parlano chiaro, una gestione del paziente di questo tipo aumenta l'aspettativa di vita di 4 anni ed è su questo che vogliamo investire. Al raggiungimento dei risultati attesi, come previsto dai loro contratti, ai medici saranno riconosciute delle indennità."

L'incontro si è concluso con il comune accordo da parte di tutti i gruppi politici di recarsi ai locali di via Santi di Tito per compiere tutte le opportune verifiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa della Salute a Sansepolcro, ieri pomeriggio incontro dei gruppi consiliari con il direttore di Asl Enrico Desideri

ArezzoNotizie è in caricamento