menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia Municipale, il bilancio del 2020: 1600 multe e tanto impegno nei controlli Covid

I numeri raccontano anche degli interventi fatti in caso di incidenti stradali. Se ne contano una cinquantina: un dato in crescita rispetto agli anni passati

Hanno garantito vicinanza al cittadino, hanno dato battaglia alla sosta selvaggia e rinforzato della collaborazione con le altre forze dell'ordine, dando pieno sostegno alle autorità sanitarie nei difficili mesi segnati dal Covid.

Sono queste le direttive principali seguite dalla Polizia Municipale di Sansepolcro (Arezzo) nel 2020. A tracciare un bilancio è l'agenzia AdnKronos con una intervista al comandante Antonello Guadagni, che guida la Municipale proprio dall'inizio di quest'anno. "Un anno complicato sotto tanti punti di vista ma che ha seguito, nonostante tutto, l'obiettivo con cui era iniziato: essere vicini alla comunità".

"Sono stati 12 mesi che da una parte non ci aspettavamo. Con l'arrivo del Covid tutto è cambiato e soprattutto abbiamo dovuto adeguare il nostro lavoro. All'ordinario si è aggiunta una serie di azioni legate alla pandemia, per cui abbiamo aiutato la Asl nel rintracciare cittadini che altrimenti non sarebbero stati raggiunti dalle comunicazioni degli uffici della Prevenzione. Anche questo è stato un passo fondamentale nello stringere i rapporti con la comunità e nell'accrescimento della fiducia tra le parti", commenta Guadagni.

Tra gli impegni principali quelli dei controlli sulle strade biturgensi e le attività per arginare il fenomeno della "sosta selvaggia". Sono state infatti circa 1600 le multe fatte, naturalmente concentrate nel centro storico dove si verificano più casi. Ma i numeri raccontano anche degli interventi fatti in caso di incidenti stradali. Se ne contano una cinquantina: un dato in crescita rispetto agli anni passati. Restando ai numeri, sono stati decurtati nel complesso 860 punti agli automobilisti, la maggior parte per non aver indossato la cintura, per il mancato rinnovo dell'assicurazione e per l'uso del telefonino alla guida.

"La grande mole di lavoro è dimostrata anche dal numero di pattuglie: 640 quelle appiedate e 720 quelle in auto", precisa il comandante. Sul fronte amministrativo, non sono mancati sopralluoghi edili ed ambientali, ordinanze, controlli nei mercati settimanali, autorizzazioni Ztl e permessi invalidi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento