Giovedì, 23 Settembre 2021
Sansepolcro Sansepolcro

L'addio da sindaco di Cornioli: "Abbiamo fatto molto, nonostante la pandemia"

Bilancio di fine mandato del sindaco Mauro Cornioli. Il primo cittadino uscente di Sansepolcro, che nei giorni scorsi ha ufficialmente annunciato che non si ricandiderà, ha parlato ieri in conferenza stampa

La conferenza di fine mandato (Foto Comune Sansepolcro)

Ecco il bilancio di fine mandato del sindaco Mauro Cornioli. Il primo cittadino uscente di Sansepolcro, che nei giorni scorsi ha ufficialmente annunciato che non si ricandiderà, ha parlato ieri in conferenza stampa. “Si chiude un mandato durato 4 mesi in più, a causa del Covid. E’ arrivato il momento di tirare le fila dell’azione di questa amministrazione comunale per rendere conto ai cittadini, seppur in modo sintetico e sicuramente parziale, di quanto è stato fatto, dell’impegno profuso per questa città che amiamo tanto – ha detto il sindaco - Nessuno si è risparmiato, sia la parte politica che quella tecnica, avendo obiettivi chiari in testa. Sono stati anni entusiasmanti ma anche difficili. Da sindaco, lasciando in disparte la gestione della pandemia che è stata totalizzante e fonte di grande preoccupazione, mi piace ricordare alcuni dei traguardi raggiunti da questa amministrazione, al di là del ruolo dei singoli, perchè dietro ogni azione di governo c’è una condivisione”.

Cornioli ha sottolineato che “il sindaco, oltre alle proprie deleghe, deve coordinare gli impegni, affiancare gli assessori, mediare continuamente tra le parti, ascoltare il cittadino ma avendo sempre presente cosa prevede la legge e il bene della comunità. Penso al ritorno a Sansepolcro della Compagnia dei Carabinieri e del Distretto Sanitario, al nuovo ponte e il nuovo ufficio turistico in piazza Torre di Berta, le numerose varianti nella zona industriale e residenziale, i grandi eventi come le mostre su Caravaggio, Leonardo, Banksy e Frida Kahlo, il lavoro sulla sicurezza con il sistema di videosorveglianza, il continuo dialogo con le associazioni di categoria, il progetto per l’area Ex Cose di Lana, i nuovi primari per il nostro ospedale, le varie problematiche ambientali, l’acquedotto nella Zona industriale di Santa Fiora, la continua attenzione al marchio Buitoni. Ne ho citati alcuni. Non è possibile mettere tutto in fila in questa occasione ma abbiamo comunque voluto fare un quadro della legislatura. Tutto è perfettibile: tanto è stato fatto ma non tutto ciò che avremmo voluto. Perchè non ci sono libri dei sogni da sfogliare, ma una città da far crescere nelle difficoltà di ogni giorno” ha concluso il sindaco. Poi i ringraziamenti alla sua squadra. Sono stati citati: il vicesindaco Paola Vannini, gli assessori Catia Del Furia, Francesco Del Siena, Gabriele Marconcini, Riccardo Marzi e il presidente del Consiglio Lorenzo Moretti. Cornioli ha inoltre ha ringraziato tutti i consiglieri comunali che in questi anni hanno dato il proprio contributo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio da sindaco di Cornioli: "Abbiamo fatto molto, nonostante la pandemia"

ArezzoNotizie è in caricamento