menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Area ex Boninsegni. Pd: "Subito confronto nelle sedi istituzionali"

"La questione dell’area commerciale ex Boninsegni non è un “fatto privato”, coma la sta gestendo il sindaco, ma investe il futuro del commercio nella nostra città"

Quale futuro attende l'area ex Boninsegni di Sansepolcro? A chiederselo in queste ore sono in molti a Sansepolcro dove, negli ultimi giorni, si è aperta un'accesa discussione su un progetto urbanistico riguardante la zona situata alle porte della cittadina lungo la Senese Aretina. "La questione  - spiegano dal Partito Democratico - è di sicura rilevanza per la nostra città e per il suo sviluppo, infatti sembra che sia previsto un notevole aumento di metratura dedicata al commercio, oltre a ciò che è già inserito nel regolamento urbanistico, che condizionerà il futuro dell’intero comparto. 

A fronte di novità e di volontà di investimenti non bisogna avere pregiudizi, ma occorre ponderare le scelte e comprenderne le implicazioni per perseguire il benessere di tutti i cittadini. Per raggiungere questo traguardo occorre che si creino le condizioni e queste si possono avere solo se viene aperto un serio dibattito nelle sedi istituzionali (in primis il Consiglio Comunale e la commissione urbanistica) con il coinvolgimento dei soggetti interessati, che non devono essere solo gli operatori commerciali, ma anche il mondo economico in generale per creare  una filiera complessiva che si ispiri ai principi dell’innovazione e della sostenibilità ambientale ed economica come raccomandato dal Ricovery e Resilience Facility e dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Di fronte a progetti di questa portata sono tante le problematiche che devono essere affrontate prima di prendere una seria decisione: la più importante riguarda il futuro del centro storico, il cuore pulsante della nostra Città, che deve essere preservato e ha bisogno di  un forte rilancio, di interventi strutturali con un percorso di innovazione e sviluppo di respiro decennale al quale anche gli eventuali investitori dovranno contribuire concretamente nella progettazione e nella realizzazione. Inoltre, la zona, già oggi, mostra notevoli complessità a livello urbanistico di non facile soluzione e in particolare legate alla viabilità che va completamente ripensata perchè l’asse viario non può sopportare altre immissioni a pettine.  

Per queste ragioni chiediamo al Sindaco di aprire immediatamente questa riflessione, sottolineando che è già in ritardo perché è da mesi che doveva averla avviata e non mantenerla in ambiti ristretti. Non si tratta solo di “affari privati”, ma del futuro della nostra Città e di uno dei suoi comparti più caratterizzanti. Certe occasioni di crescita economica possono essere colte solo se non sono a vantaggio di pochi, ma diventano momento di crescita per tutti, solo a queste condizioni siamo disponibili a dare il nostro contributo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento