Montevarchi

"E' stato venduto il terreno dove sarebbe dovuta sorgere la nuova scuola di Levanella"

Nota dei consiglieri di opposizione Fabio Camiciottoli e Paolo Antonio Ricci

"Ai tanti genitori dei bambini che frequentano la scuola elementare di Levanella e ai cittadini ai quali era stata promessa la realizzazione di un nuovo plesso scolastico dobbiamo dire che, con l'approvazione del piano delle alienazioni  e valorizzazione del patrimonio immobiliare, il sindaco e l’attuale maggioranza hanno messo in vendita il terreno che qualche mese fa era stato indicato per edificare la nuova scuola di Levanella". Inizia così una nota dei consiglieri di opposizione di Montevarchi Fabio Camiciottoli e Paolo Antonio Ricci.

Siamo di fronte, senza ombra di dubbio, all’ennesima prova di incoerenza politico/amministrativa di Chiassai Martini e della sua giunta, all’ennesima dimostrazione di incapacità di una maggioranza consiliare che vota atti senza sapere quello che c’è scritto dentro.

Sulla chiusura affrettata e non necessaria della Scuola di Levanella, sui maggiori costi per le casse comunali, sui disagi che studenti e famiglie sopportano per la scelta singolare ed eccentrica di spostare la scuola stessa a Terranuova, ci siamo già espressi in passato e lo faremo di nuovo nei prossimi giorni.  

Oggi assistiamo increduli a questo ulteriore pasticcio che mostra chiaramente come la sindaca non ricordi neanche le promesse che elargisce ogni volta che crea un problema nel tentativo di tenere buoni i cittadini. Cittadini che, ormai, non le credono più.

Dopo 900 giorni di (s)governo è  ormai evidente, da questo e da tutto il resto, il fallimento totale di una amministrazione che non è in grado di programmare un futuro per la città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"E' stato venduto il terreno dove sarebbe dovuta sorgere la nuova scuola di Levanella"

ArezzoNotizie è in caricamento