Montevarchi

Spazzatura fuori dai cassonetti a Montevarchi, Chiassai: "Colpa dei cittadini maleducati. Più telecamere e sconti per chi differenzia"

“Sono arrivate in questi giorni nuove segnalazioni dei cittadini per sacchetti di rifiuti lasciati fuori dai cassonetti – afferma il sindaco Silvia Chiassai Martini -. Anche se complessivamente la situazione di Montevarchi appare migliorata...

raccolta_differenziata1

"Sono arrivate in questi giorni nuove segnalazioni dei cittadini per sacchetti di rifiuti lasciati fuori dai cassonetti - afferma il sindaco Silvia Chiassai Martini -. Anche se complessivamente la situazione di Montevarchi appare migliorata rispetto al passato, purtroppo, abbiamo accertato che l'abbandono spesso non è dovuto al disservizio del gestore, sempre contestato da questa amministrazione comunale, ma dalla maleducazione dei montevarchini in quanto i cassonetti risultavano vuoti.

Possiamo continuare a installare altre telecamere, come i cittadini affermano, tuttavia non arriveremo mai alla risoluzione del problema quando la causa è soprattutto di carattere culturale che finisce per mettere in secondo piano gli sforzi e l'esempio di tanti cittadini contro il degrado urbano e per il rispetto dell'ambiente.

Il Comune non ha intenzione di gettare la spugna, anzi stiamo lavorando all'introduzione di nuove misure particolari che saranno operative a settembre proprio per favorire la responsabilità dei cittadini e la collaborazione anche delle imprese per uno smaltimento corretto e differenziato della nettezza urbana. La prima misura consiste nella dotazione in tutte le aziende situate nella zona commerciale e produttiva di Montevarchi Nord, tra le aree più sensibili all'abbandono di rifiuti, di bidoni dedicati allo smaltimento da collocare nel resede privato dell'azienda stessa. Una modalità che vorremmo estendere ed adottare in tutte le altre zone commerciali e artigianali del territorio montevarchino per una collaborazione più attiva tra pubblico e privato nella lotta al degrado.

Le altre due misure riguardano la responsabilità del singolo cittadino nello smaltire correttamente a vantaggio dell'ambiente, secondo il concetto: 'chi è più virtuoso, paga di meno'. Sempre nel mese di settembre, in accordo con Ato e gestore del servizio, introdurremo in via sperimentale in alcuni quartieri della città, i bidoni a calotta con apertura tramite tesserina magnetica che permetterà di avere riduzioni sulla tariffa in base al consumo effettivo dei rifiuti premiando l'attenzione alla raccolta differenziata. Non solo, ma anche nel nostro Centro di Raccolta per ingombranti e altre tipologie di rifiuti, sarà introdotto lo stresso sistema di conferimento premiante in modo da disincentivarne l'abbandono selvaggio che determina ogni anno un aggravio di costi sul servizio a scapito della comunità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazzatura fuori dai cassonetti a Montevarchi, Chiassai: "Colpa dei cittadini maleducati. Più telecamere e sconti per chi differenzia"

ArezzoNotizie è in caricamento