MontevarchiNotizie

Riapre il centro di raccolta di Montevarchi

Da lunedì 18 maggio riapre il punto di raccolta dei rifiuti ingombranti a Levanella chiuso dal 13 marzo. Tornerà ad essere fruibile anche la domenica mattina

Da lunedì 18 maggio, su richiesta dell’Amministrazione comunale di Montevarchi, riapre il Centro di raccolta dei rifiuti ingombranti a Levanella chiuso dal 13 marzo scorso in osservanza delle misure restrittive del Dpcm dell’11 marzo 2020 contro il Coronavirus. Il Centro tornerà ad essere fruibile anche la domenica mattina, secondo quanto già disposto dal Comune di Montevarchi, il primo in Valdarno ad estendere gli orari del servizio andando incontro alle esigenze dei cittadini e per contrastare il fenomeno degli abbandoni. Questi gli orari di riapertura: lunedì 14.00-19.00; martedì 8.00-13.00; giovedì 14.00-19.00; venerdì 8.00-13.00; sabato 8.00-14.00; domenica mattina dalle 8.30 alle 12.30. Si ricorda che possono essere conferite nel centro diverse tipologie di rifiuto: rifiuti ingombranti come poltrone, divani e materassi, mobilia in genere; apparecchiature elettriche ed elettroniche come televisori, frigoriferi, videoregistratori e computer, lampade esaurite e neon; rifiuti metallici quali reti da letto, telai di bicicletta e scaffali; farmaci scaduti; pile e batterie; olio alimentare e minerale esausto; sfalci e potature; vernici; pneumatici, sono consentiti anche carta e cartone; imballaggi di plastica; vetro e frazione organica umida.

Il gestore Sei Toscana ha comunicato di avere terminato le operazioni di pulizia e sanificazione dell’area, avendo predisposto anche un protocollo per  tutti i centri di raccolta da seguire scrupolosamente per garantire la massima sicurezza di operatori e cittadini nel conferimento dei rifiuti: l’accesso è consentito ad un solo veicolo per volta; il trasporto deve avvenire nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali in relazione al numero degli occupanti il veicolo; l’utente deve attendere in fila il proprio turno di ingresso all’esterno e senza scendere dal proprio veicolo; all’interno dell’area è obbligatorio indossare mascherina e guanti; è necessario attendere l’autorizzazione all’accesso da parte dell’operatore e seguire le indicazioni, sempre senza scendere dal veicolo; comunicare le proprie generalità o fornire la tessera di identificazione, dichiarare la/le tipologie di rifiuto e indicare la quantità; effettuare il conferimento evitando ogni tipo di contatto con l'operatore, mantenendo la distanza di sicurezza; una volta concluse le operazioni, si deve rimanere all’interno del proprio veicolo per la firma del registro e per la consegna dei documenti; attendere l’apertura del cancello per l’uscita.

Per maggiori informazioni sulle modalità di accesso e le tipologie di rifiuti conferibili nei centri di raccolta è sempre possibile consultare il sito www.seitoscana.it o chiamare il numero verde 800127484 o scaricare 6APP, l’App di Sei Toscana disponibile su App Store e Google Play. L’Amministrazione comunale ricorda inoltre che l’accesso al centro di raccolta è gratuito, ed consentito sia alle utenze  “domestiche” (cittadini residenti o domiciliati nel comune serviti, o utenti non residenti ma detentori di utenze domestiche ubicate nel territorio comunale) che a quelle “non domestiche” (attività commerciali, direzionali, di servizio e produttive aventi sede o unità locali nel comune servito, limitatamente alla parte dei rifiuti da esse prodotti che risultino assimilati secondo il vigente regolamento del servizio di gestione rifiuti urbani e che non siano provenienti dalla principale attività produttiva).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento