Montevarchi

"Il sindaco Chiassai non cerchi alibi per le opere promesse e non realizzate". L'attacco e la risposta

L'attacco di Elisa Bertini, Capogruppo Pd in consiglio a Montevarchi, e Paolo Antonio Ricci, capogruppo di Avanti Montevarchi. Risponde Fabio Rossi

Intervento di Elisa Bertini, Capogruppo Pd in consiglio a Montevarchi, e Paolo Antonio Ricci, capogruppo di Avanti Montevarchi.

Corte dei Conti. Il sindaco Chiassai non cerchi alibi per le opere promesse e non realizzate.  Lo schema di monitoraggio del patto di stabilità è un prospetto di natura tecnica che non viene approvato né dalla Giunta né dal Consiglio Comunale, quello del 2015 risulta errato; ma come ben chiarito nei verbali e nelle documentazioni presenti in Comune trattasi di un mero errore tecnico,  probabilmente indotto dal programma software gestionale di contabilità, non rilevato peraltro neanche dal Collegio dei revisori dei Conti. Giusto allora lavorare tutti assieme per mitigarne gli effetti: in questo i Gruppi Consiliari del Pd e di Avanti Montevarchi hanno già dato prova di collaborazione, garantendo nell’adunanza del Consiglio Comunale di ieri assieme agli altri Gruppi di minoranza il numero legale per l’insediamento della seduta e per l’approvazione della delibera di presa d’atto della pronuncia della Corte dei Conti, visto che numerosi ‘soldatini' del Sindaco Chiassai hanno visto bene di disertare l’importante seduta d'agosto. Inoltre, il Pd, assieme ad 'Avanti Montevarchi’, hanno presentato un atto indirizzo (votato all’unanimità) volto a perseguire gli eventuali errori commessi dalla software house, ma soprattutto volto a tutelare i dipendenti comunali che non devono subire nocumento da una siffatta tipologia di errore tecnico. Ma tutto questo non deve essere un alibi per il Sindaco Chiassai: le opere programmate nel 2020 si potranno fare tranquillamente è scritto in tutti i bilanci… non creiamo inutili allarmismi. Ove confermata l’impostazione della Corte dei Conti, non si potranno contrarre mutui, ma il Sindaco ha sempre affermato pubblicamente di non volerne prendere, quindi Montevarchi nel prossimo ‘anno felix’ potrà vedere realizzate tutte le sue promesse, senza facili alibi.

La risposta di Fabio Rossi

La nota del coordinatore di Prima Montevarchi, Fabio Rossi.

In Consiglio comunale han fatto bene a votare una delibera unitaria per difendere la Città di fronte ai giudici della Corte dei Conti e cercare di limitare i danni che rischiano di ridurre o impedire quanto il Sindaco e l'Amministrazione hanno in ponte per il 2020 ed i dipendenti comunali. 
Ma sentire ieri in Consiglio l'ex Vicesindaco e Assessore al bilancio El isa Bertini affermare che la colpa non si può far ricadere sulla passata Amministrazione Grasso, ci ha lasciato allibiti per tanta sfacciataggine. Colpa grave o colpa lieve, il fatto non è capitato per colpa dei marziani e chi ha le responsabilità politiche non le può rinviare ad altro indirizzo. Per di più è noto che tutti i contratti di software scaricano tutte le responsabilità sull'Utente che è tenuto a verifiche e controlli dell'operato.
La stessa cosa vale per Grasso, che se ne è venuto fuori fatture non registrate per 150.000 euro che avrebbero fatto cambiare il risultato finale. Ma quanta leggerezza nel comunicare i dati per il patto di stabilità e nel fare i bilanci. Anche questa è colpa dei marziani?
Grasso per mesi ha pubblicato post e urlato ai quattro venti che aveva lasciato ricco il Comune con ben due milioni di euro. Bastava guardasse in cassa e non vedendoli, il dubbio di aver sparato cavolate lo avrebbe dovuto prendere e magari tornare a ricontrollare l'ultimo bilancio della sua gestione.
Troppa leggerezza, troppa approssimazione, in questi ex Amministratori che come tutti i piddini vogliono facili onori e comode poltrone, mentre le responsabilità e le colpe vanno date solo a chiunque altro, magari proprio ai marziani.
Auguriamo che ai cittadini di Montevarchi non gli ricapiti più di essere amministrati nè da Bertini, nè Grasso. 
E ora, per cercare di rimediare agli errori dei marziani, tocca ancora al nostro Sindaco trovare le soluzioni e impegnare tempo per salvare il salvabile, sopratutto per quel che concerne i dipendenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il sindaco Chiassai non cerchi alibi per le opere promesse e non realizzate". L'attacco e la risposta

ArezzoNotizie è in caricamento