Mercoledì, 29 Settembre 2021
Montevarchi Montevarchi

Chiassai: "No definitivo del Comune a un impianto di trattamento liquami a Levanella"

“Questa amministrazione comunale – commenta il sindaco -  ha messo una pietra tombale sulla possibilità di realizzare un impianto di trattamento dei liquami o qualsiasi altro impianto di smaltimento rifiuti a Levanella"

“Alla luce di quanto approvato in Consiglio Comunale, l'intervento proposto da Bio Hera S.r.l. non è attuabile nell'area di trasformazione deposito”. Il Comune di Montevarchi risponde alla Regione Toscana che ha richiesto un ulteriore parere tecnico istruttorio sulle osservazioni presentate da cittadini e imprese relative al procedimento di verifica di assoggettabilità alla Via per un nuovo impianto di trattamento liquidi e fanghi a Levanella. "Alla Regione - spiega una nota dell'amministrazione - sono stati riportati gli impegni assunti dal consiglio comunale del 28 luglio scorso con la votazione dell’ordine del giorno presentato dallo stesso sindaco, Silvia Chiassai Martini 'per la salvaguardia del quartiere di Levanella' e con l’impegno che attraverso la nuova pianificazione urbanistica si determini la cessazione dell'efficacia della convenzione con la società CSA – fondamentale per escludere il rischio di qualsiasi insediamento di impianti per il trattamento di rifiuti in genere, pur mantenendo la destinazione produttiva dell'area.

“Questa amministrazione comunale – commenta il sindaco -  ha messo una pietra tombale sulla possibilità di realizzare un impianto di trattamento dei liquami o qualsiasi altro impianto di smaltimento rifiuti a Levanella, nel rispetto dei cittadini e di un’area intera in cui si concentrano le maggiori imprese industriali e artigianali del Valdarno". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiassai: "No definitivo del Comune a un impianto di trattamento liquami a Levanella"

ArezzoNotizie è in caricamento