MontevarchiNotizie

Teatro Impero. Pd e Avanti Montevarchi: "Per la maggioranza non c'è fretta"

I consiglieri di maggioranza con la loro posizione, anzi la loro non-posizione, si sono assunti una responsabilità grave".

Con una mozione in consiglio comunale il Pd e il gruppo Avanti Montevarchi hanno richiesto aggiornamenti circa la rimozione della copertura di amianto dall'ex teatro Impero.

"Abbiamo chiesto di fare presto per la bonifica - fanno sapere dall'opposizione - non c'è più tempo da perdere perché oramai è più di due anni che il tetto è crollato. Abbiamo chiesto un preciso e pubblico cronoprogramma dei lavori e una istanza alla procura della Repubblica di dissequestro dell'area per accelerare proprio i lavori. Purtroppo come al solito per la maggioranza non occorre mai far chiarezza e anzi in questo caso ci siamo sentiti pure rispondere che andava tutto bene che l'amministrazione ha intrapreso un percorso che soprattutto non c'è pericolo che l'amianto sul tetto del teatro Impero per le condizioni in cui si trova non sarebbe un pericolo.
Alcune affermazioni di consiglieri di maggioranza le abbiamo trovate addirittura inopportune e fuori luogo: una mera giustificazione del fatto che la bonifica non sia un'urgenza da affrontare e che gli atti pregressi non debbano poi essere ritenuti così cogenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Eppure la Asl già nel luglio 2017 ha evidenziato la situazione di pericolo. Eppure lo stesso sindaco Chiassai ha emesso due ordinanze d'urgenza. Eppure la procura della Repubblica ha sequestrato tutta l'area. Eppure sono passati già sei mesi da quando il sindaco Chiassai annunciò l'intervento di bonifica e al momento, non solo non vi è traccia dei lavori, ma quel progetto affidato di corsa dopo che la procura è intervenuta non è ancora stato redatto. Per questo modo di agire siamo al contempo stupefatti e preoccupati. Dalla maggioranza abbiamo sentito solo parole di difesa ad oltranza dell’operato del sindaco con posizioni stereotipate senza nessun accenno al buon senso e alla volontà di chiedere e pretendere un serio cronoprogramma alla giunta per risolvere un problema dove è in gioco la salute dei cittadini. Secondo noi questo è assurdo, illogico e per molti versi pericoloso, quando c'è di mezzo l'amianto. I consiglieri di maggioranza con la loro posizione, anzi la loro non-posizione, si sono assunti una responsabilità grave".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Covid, Asl: "Si semplifica la complicata vita del positivo e del contatto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento