Montevarchi

Motocross tricolore a Montevarchi: ingresso gratuito per il pubblico

I 140 piloti che, al di fuori dell’elite mondiale, rappresentano il meglio del motocross italiano. Un impianto tirato a lucido, affacciato su uno dei più bei panorami della Toscana, con un paddock paragonabile ad un curatissimo ed accogliente...

Isdraele_Montevarchi17_AST5641_l

I 140 piloti che, al di fuori dell'elite mondiale, rappresentano il meglio del motocross italiano. Un impianto tirato a lucido, affacciato su uno dei più bei panorami della Toscana, con un paddock paragonabile ad un curatissimo ed accogliente giardino. Una pista perfetta, tecnicamente selettiva, che, inondata di sole, regala un'immagine di grande spettacolarità. L'entusiasmo degli appassionati che fin dalla vigilia hanno risposto in massa al richiamo del grande evento.

Questi gli ingredienti del terzo round del Campionato Italiano di motocross, classi MX1 ed MX2, gestito da FX Action, emersi dalla giornata di prove di qualificazione che, al Miravalle di Montevarchi, ha selezionato i migliori pretendenti al casco tricolore.

Si preannuncia dunque una domenica all'insegna di confronti accesi e vibranti, un vero e proprio "spot" per la promozione di questa specialità, a cui anche il Moto Club Brilli Peri ha voluto dare il proprio contributo, concedendo l'ingresso gratuito al pubblico per l'intero week end.

Nell'affollatissima classe MX2 (87 piloti al via) le prove cronometrate hanno dovuto anzitutto selezionare i 40 finalisti: il più veloce è risultato il grande favorito Michele Cervellin, pilota ufficiale Honda nel mondiale. Brillante prestazione del diciannovenne fiorentino Tommaso Isdraele Romano (Yamaha), portacolori del moto club organizzatore, terzo tempo nel proprio gruppo, ad un soffio dai primi della classe.

Nella MX1 le prove della mattina hanno offerto un responso sorprendente, con il quarantaquattrenne Chicco Chiodi (Honda), tornato in pista per il puro gusto di correre, capace di sfoderare ancora la classe cristallina che gli ha permesso di vincere quattro titoli mondiali e di mettere tutti in fila. Le qualificazioni del pomeriggio hanno riequilibrato i valori ma resta il significato dell'impresa dell'ex-iridato, nato a Brescia ma ormai trapiantato da una ventina d'anni in Valdarno e residente a cinque chilometri dalla pista.

Il programma di domenica prevede i warm up dalle 8.30 alle 10.00 e le prima serie di manche dalle 10.30 alle 12.45. Si riprenderà alle 14.20 per concludere alle 17.20.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motocross tricolore a Montevarchi: ingresso gratuito per il pubblico

ArezzoNotizie è in caricamento