MontevarchiNotizie

Prima giornata del campionato italiano senior di motocross: Andrea Cipriani, firma la rimonta nella 125

Prime manche disputate il sabato, domenica la conclusione con il Femminile. Maltempo in arrivo, a Montevarchi rivoluzionato il tricolore motocross

Le previsioni meteo per la domenica decisamente sfavorevoli, con pioggia ed ulteriore calo delle temperature, hanno indotto gli organizzatori a rivoluzionare il programma del campionato italiano senior di motocross, in corso di svolgimento al circuito Miravalle di Montevarchi.

Sono state così anticipate al sabato  le prime manche della classe 125 e delle tre categorie Over 40 (Veteran, Superveteran e Master), che hanno potuto godere di eccellenti condizioni climatiche; le seconde manche andranno a formare il programma di domenica che comprenderà anche l’intera competizione della categoria Femminile.

Il caldo sole che fin dalla mattina ha brillato sulle colline del Miravalle ha presto asciugato gli effetti delle abbondanti piogge della vigilia, ha reso il fondo veramente perfetto ed ha addirittura richiesto l’irrigazione della pista, per evitare la polvere.

Il Presidente del Moto Club Brilli Peri Alessandro Mugnaini, la vice Giulia Lucacci e altri componenti dello staff hanno ricevuto la Sindaca di Montevarchi Silvia Chiassai Martini (accompagnata dall’Assessore Angiolo Salvi) e si sono intrattenuti con lei, affrontando i temi di maggior interesse per lo sport motocrossistico locale.  

Gli organizzatori chiudono dunque la giornata con un bilancio assolutamente positivo, non solo per la capacità organizzativa messa in mostra anche stavolta, in una condizione di incertezza-meteo, ma soprattutto per le prestazioni offerte dai giovani piloti del club di casa, tutti iscritti alla 125.

Parliamo di Andrea Cipriani e Duccio Vigni, entrambi sedicenni, che hanno firmato una grande impresa, riuscendo a qualificarsi per il gruppo A, affiancati dai bravi Senio Crocini e Sacha Tiossi che non hanno guadagnato l’accesso al raggruppamento d’eccellenza ma continuano a macinare esperienza.

Penalizzato da una cattiva partenza, che lo ha visto transitare addirittura 23° al primo giro, Andrea Cipriani (KTM) si è reso protagonista di una incredibile rimonta che lo ha portato a conquistare la decima posizione finale: entrare nella top ten nazionale della 125 a sedici anni si può considerare un risultato veramente d’eccezione!

Duccio Vigni (Husqvarna) ha invece guadagnato alcune posizioni in partenza, poi è retrocesso, a causa di una condotta di guida non ideale, dovuta anche all’emozione, ed ha superato la bandiera a scacchi in 30.a posizione.

La gara è stata vinta dall’aretino Andrea Laurenzi (KTM), al termine di un duello spettacolare e incerto con il veneto Lorenzo Camporese (Kawasaki).
 
Tiossi (Yamaha) e Crocini (KTM) hanno chiuso rispettivamente al 12° e 17° posto la prima manche del gruppo B, vinta dal marchigiano Ivan Lucarelli (TM).
 
Nelle altre categorie si sono registrate le affermazioni del cinquantaseienne laziale Paolo Catalano, (KTM), che nella Master ha preceduto il coetaneo aretino Fabrizio Bennati, del fortissimo casentinese Fabio Occhiolini (KTM) che a 51 anni, nella Superveteran, punta al sesto scudetto consecutivo tra gli “over”, e del laziale Felice Compagnone (KTM) nella Veteran.

Domani, come detto, la manifestazione tricolore completerà il suo programma e tutto lascia presumere che la gara si esaurirà nelle prime ore del pomeriggio, anticipando le piogge più intense indicate dalle previsioni.


                                   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento