menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Benito Di Mella

Benito Di Mella

Addio a Benito Di Mella: è morto l'imprenditore valdarnese ed ex dirigente dell'Aquila

Il 6 febbraio 2015 ricevette dall'allora sindaco Francesco Maria Grasso una pergamena in riconoscimento per gli oltre 50 anni di attività imprenditoriale

Lutto per la città di Montevarchi che piange la scomparsa di Benito Di Mella. Volto noto del mondo dell'imprenditoria valdarnese, oltre ad essere stato titolare della concessionaria Ford della zona, aveva anche ricoperto incarichi dirigenziali all'interno dell'Aquila Calcio, squadra dove ha militato il figlio Alessio. Nelle ultime settimane era stato ricoverato all’ospedale San Donato di Arezzo in terapia intensiva. L'aggravarsi delle sue condizioni di salute, dovuto anche al Coronavirus, lo ha strappato all'affetto dei propri cari proprio quest'oggi. 

Conosciuto e apprezzato da tutti, il 6 febbraio 2015 ricevette dall'allora sindaco Francesco Maria Grasso una pergamena in riconoscimento per gli oltre 50 anni di attività imprenditoriale. Una vita intensa quella di Benito Di Mella che, proprio in concomitanza con la consegna dell'onorificenza di cinque anni fa, venne ripercorsa.

Il ricordo del Comune di Montevarchi

Nel 1960, appena diciottenne decise di prende di nascosto la lambretta del padre e fuggire da Benevento per raggiungere Montevarchi dove viveva una sua sorella. La sua fuga era dettata dal desiderio di trovare un lavoro che gli piacesse e fosse meglio pagato. Sogno nel cassetto: trovare impiego nelle officine di riparazione delle auto. Il primo lavoro fu presso l’officina della Simca di Papini, poi a Levane fino al trasferimento alla Fiat Bagiardi a San Giovanni Valdarno. Aveva iniziato anche a condurre macchine a noleggio libero, prima con una Fiat 600 e poi con la Fiat 1100, portando persone a vedere gare sportive o giovani a ballare a Firenze. Poi arrivò l’assunzione in una ditta di riparazioni per camion. Nel 1965 anche i suoi genitori lo raggiunsero a Montevarchi, esattamente un anno dopo che Benito aprì la sua prima officina in via Trieste, trasferitasi poi in via Marconi e diventata sede della concessionaria Ford. La società di cui Benito è stato titolare annovera tra i soci anche la moglie Mara e i figli Alessio e Andrea. Dirigente dell’Aquila Calcio già nel 1965, Benito è sempre stato legato alla squadra della sua città e poi ancor di più dopo che suo figlio Alessio entrò in squadra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento