MontevarchiNotizie

Montevarchi, il Comune presenta alla Regione Toscana due progetti in ambito sociale e sociosanitario

La giunta ha aderito al bando 2018 finalizzato all’assegnazione di contributi a titolo di cofinanziamento a enti pubblici. Previsti aiuti a minori, disabili, anziani e malati di Alzheimer e Parkinson

Silvia Chiassai Martini, sindaco di Montevarchi

Come in un patto solidaristico per il rafforzamento del sistema dei servizi sociali e socio sanitari, la giunta Chiassai Martini ha recepito l’approvazione da parte della conferenza zonale dei sindaci del Valdarno delle due proposte progettuali riguardanti il territorio di Montevarchi. Tali progettualità rispondono al bando 2018 della Regione Toscana finalizzato all’assegnazione di contributi a titolo di cofinanziamento a enti pubblici per sostenere investimenti in ambito sociale o socio sanitario.

 “Socializzando&teatrando” è il progetto presentato dal Comune di Montevarchi e rivolto ai minori, disabili e anziani e malati di Alzheimer e Parkinson. Al centro dell’interesse della richiesta di cofinanziamento la struttura del centro polivalente La Bartolea e l’auditorium comunale. Gli interventi progettati riguardano l’installazione dei panelli fonoassorbenti per il miglioramento dell’acustica nel centro polivalente e l’ammodernamento degli arredi, previsto per entrambe le strutture. In questi luoghi, la realizzazione dei progetti così come sono stati pensati, favorirebbe un potenziamento delle attività di socializzazione, laboratoriali e riabilitative.

Si sviluppa nell’ ambito delle attività sociosanitarie rivolte ai disabili il secondo progetto che interesserà il “centro diurno 8° giorno” di Montevarchi. Il titolare di questo progetto è l’Ausl Toscana Sud est- zona distretto Valdarno. L’ipotesi progettuale punta all’adeguamento dei bagni presenti all’interno del cntro diurno con caratteristiche specifiche di accesso ai disabili; alla sostituzione di porte d’accesso alle stanze di riposo ed altre opere di manutenzione straordinaria. Questi interventi andrebbero a ripristinare la piena funzionalità del centro e a facilitare l’accesso e la mobilità interna agli ospiti disabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella zona del Valdarno dalla delibera regionale sono sati assegnati € 30.000 per un massimo di 2 progetti da ammettere al cofinanziamento. Pertanto, per ciascuno di essi è stata richiesta una somma di cofinanziamento pari alla metà dell’assegnazione. Le proposte progettuali, già inviate alla Regione Toscana, sono in linea con gli obiettivi della giunta Chiassai, capace di dare centralità alla comunità locale, e confermano l’impegno in merito al potenziamento e al rafforzamento della rete di servizi in favore delle fasce più fragili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dilettanti pronti allo stop: "Se il protocollo è questo meglio fermarsi"

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • 7 castelli e ville storiche della provincia di Arezzo che domenica aprono le proprie porte (gratis)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento