Venerdì, 17 Settembre 2021
Montevarchi

Montevarchi, linguaggio sessista in consiglio. Il richiamo del presidente Rossi

Con una lettera resa anche pubblica il presidente del consiglio comunale di Montevarchi Claudio Rossi richiama all'ordine i suoi colleghi per le frasi a sfondo sessista e con toni discriminatori che ha più volte sentito in aula, nei confronti dei...

Montevarchi - palazzo varchi-2

Con una lettera resa anche pubblica il presidente del consiglio comunale di Montevarchi Claudio Rossi richiama all'ordine i suoi colleghi per le frasi a sfondo sessista e con toni discriminatori che ha più volte sentito in aula, nei confronti dei membri dell'amministrazione e del personale.

E' con rammarico che mi trovo ancora una volta a dover richiedere la vostra attenzione in merito ad alcuni atteggiamenti già molto spesso evidenziati anche nel corso delle sedute di Consiglio Comunale.

Il riferimento è ai ripetuti episodi inerenti l'utilizzo di un linguaggio discriminatorio e sessista nei confronti di membri dell'attuale amministrazione così come del personale comunale, gesti che trasversalmente offendono ogni donna appartenente alla nostra Comunità Montevarchina e ledono allo stesso tempo l'immagine e l'onorabilità dell'Organo Istituzionale che assieme concorriamo a rappresentare sia dentro che fuori dalle sedi preposte. Mi occorre ricordarvi come l'uguaglianza e la parità di diritti tra uomo e donna sia uno dei principi cardine sanciti dalla nostra costituzione per la quale "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale (?) senza distinzione di sesso (?)", stesso principio giuridico affermato dall'Unione Europea in merito alle pari opportunità viste come "l'assenza di ostacoli alla partecipazione economica, politica e sociale di un qualsiasi individuo per ragioni connesse al genere (?).

L'utilizzo di un linguaggio discriminatorio o anche il solo sostenere, citare, rilanciare espressioni sessiste espresse da altri è pertanto in esatto contrasto con questi principi e come tale non può essere accettato o passare inosservato. L'invito è pertanto quello di porre massima attenzione a questo aspetto sia nel corso dei momenti istituzionali, sia più in generale riguardo la comunicazione nella piazza virtuale costituita dai Social Media.

Il voto dei Cittadini e la diretta e conseguente storia politica di Montevarchi dimostrano da tempo un elevato grado di maturità raggiunta in merito alla parità di genere, ad oggi infatti le donne sono componenti ben presenti nelle Istituzioni cittadine così come negli uffici Comunali. E' opportuno sottolinenare come negli ultimi anni la nostra città abbia da prima avuto un Vice Sindaco donna - attualmente Consigliere comunale - e successivamente eletto il primo Sindaco donna della sua storia.

Occorre pertanto una forte assunzione di responsabilità ed un accrescimento del grado di maturità da parte di ogni componente del nostro organo per far si che episodi del genere e "di genere" non rappresentino più argomento di discussione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montevarchi, linguaggio sessista in consiglio. Il richiamo del presidente Rossi

ArezzoNotizie è in caricamento