Venerdì, 30 Luglio 2021
Montevarchi

Montevarchi, la maggioranza fa quadrato intorno alla Chiassai e presenta interrogazione su elenco dei morosi

I capigruppo di Prima Montevarchi, Forza Italia e Montevarchi in Salute preannunciano di voler presentare in consiglio comunale del 23 novembre prossimo un'interrogazione sull’elenco dei morosi per il mancato pagamento della mensa scolastica, del...

chiassai-scuola2

I capigruppo di Prima Montevarchi, Forza Italia e Montevarchi in Salute preannunciano di voler presentare in consiglio comunale del 23 novembre prossimo un'interrogazione sull'elenco dei morosi per il mancato pagamento della mensa scolastica, del trasporto e dell'asilo nido:

Questo, nonostante proprio in queste ore sia circolata la notizia che il servizio mensa scolastica sia pianificato al 100%: quindi pare che nessun bambino sia più sprovvisto di tutela, pertanto è disapplicata la misura emergenziale del "pasto alternativo".

I capigruppo evidenziano che il clamore suscitato dall'applicazione del regolamento relativo all'erogazione dei pasti mensa è generato dalla levata di scudi da parte dell'opposizione politica locale, di cui fanno parte proprio quegli ex amministratori che hanno lasciato in eredità all'attuale giunta una mole di debiti di oltre 530mila euro. Perché tanta premura solo adesso?

Addirittura, l'ex vicesindaco nonché ex assessore al bilancio, Elisa Bertini, in un'intervista rilasciata ad un'emittente televisiva ha elencato le varie possibilità di recupero del credito cui avrebbe potuto far ricorso il sindaco, anziché fornire ai bambini un pasto alternativo.

Grazie del suggerimento, peccato che provenga proprio da colei che avrebbe dovuto vigilare nel quinquennio precedente al 2016 sul recupero della maxi somma accumulatasi dal 2011. Come mai tanta premura non è stata usata dall'ex amministratrice in passato?

E ancora i consiglieri si chiedono: ci sono nell'elenco di quei morosi amministratori, politici, soggetti che hanno avuto rapporti con il comune, loro parenti o affini?

Rilevato che a quel che consta, gli utenti non paganti non rientrano nelle fasce di reddito per le quali è prevista la riduzione o l'esenzione dal pagamento del servizio, ovvero la contribuzione dei servizi sociali.

Stante il clamore suscitato per via mediatica dall'odierna applicazione delle regole anche dai gruppi consiliari di minoranza (PD, Avanti Montevarchi, Montevarchi Democratica e Movimento 5 Stelle), nonché da esponenti del Partito Democratico (Consiglieri Regionali, Parlamentari, ex Amministratori locali).

Tutto ciò premesso, i sottoscritti Consiglieri interrogano il SINDACO per sapere, nel pieno rispetto della normativa sulla privacy e del principio di non diffusione dei dati sensibili, quindi mantenendone l'anonimato:

  • se nell'elenco degli utenti morosi, generatosi dal mancato pagamento dei suddetti servizi a domanda individuale nel quinquennio precedente al 2016, vi siano soggetti che ricoprono o abbiano ricoperto cariche pubbliche elettive, amministratori locali, oppure soggetti che abbiano ricevuto o svolto incarichi per l'Ente, oppure soggetti che ricoprono o abbiano ricoperto cariche in partiti politici o movimenti politici anche di stampo locale; ivi compresi loro parenti in linea retta, limitatamente al I grado (I grado: genitori o figli), o collaterale, limitatamente al secondo grado (II grado: fratelli), nonché il coniuge.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montevarchi, la maggioranza fa quadrato intorno alla Chiassai e presenta interrogazione su elenco dei morosi

ArezzoNotizie è in caricamento