MontevarchiNotizie

L'inno di Mameli prima dell'avvio di ogni consiglio comunale. Montevarchi approva

Su iniziativa del capogruppo di maggioranza di Prima Montevarchi, Lorenzo Allegrucci, è stata votata all'unanimità una risoluzione per l’esecuzione del “Canto degli Italiani”, meglio conosciuto come “Inno di Mameli” o “Fratelli d’Italia”. Questo...

MONTEVARCHI: P.ZZA VARCHI

Su iniziativa del capogruppo di maggioranza di Prima Montevarchi, Lorenzo Allegrucci, è stata votata all'unanimità una risoluzione per l’esecuzione del “Canto degli Italiani”, meglio conosciuto come “Inno di Mameli” o “Fratelli d’Italia”. Questo sarà suonato prima di ogni seduta del consiglio comunale cittadino, con l’impegno di istituzionalizzarlo anche tramite una modifica da apportare al regolamento del consiglio stesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono molto soddisfatto per l’obiettivo conseguito – afferma Allegrucci – in quanto la proposta è stata accolta, discussa e condivisa da tutto il consiglio comunale, sia dai consiglieri di maggioranza che da quelli di opposizione presenti. L’inno nazionale è un patrimonio di tutti e deve quindi superare qualsiasi divisione politica ed ideologica. La presentazione di una specifica mozione è scaturita dal fatto che il 15 novembre scorso il “Canto degli Italiani” è finalmente diventato in maniera definitiva inno nazionale della Repubblica Italiana, rappresentando, insieme alla bandiera tricolore, un elemento distintivo che ci fa sentire Nazione e quindi comunità. Il 10 dicembre, inoltre, ricorreva il 170’ anniversario della prima volta in cui il “Canto degli Italiani” è stato suonato in un luogo pubblico, in occasione di una commemorazione di una rivolta contro gli occupanti asburgici a Genova. Ho ritenuto, seguendo l’esempio di altri comuni e del consiglio regionale della Toscana, che l’apertura delle nostre sedute consiliari con l’inno nazionale, oltre a dare maggiore solennità istituzionale, rappresenti un momento per ricordare sempre ai consiglieri e ai cittadini l’impegno in aula in favore del bene comune. Sono piccoli gesti che acquistano tuttavia un grande significato nell'esercizio della democrazia e nel rispetto dei valori fondanti di una comunità.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento