Giovedì, 24 Giugno 2021
Montevarchi

Lavori da 200mila euro sulle strade di Montevarchi. Polemica di Grasso

Il sindaco Chiassai: "Abbiamo cercato di proseguire sulla messa in sicurezza delle strade, una delle poche attività consentite dai decreti governativi"

Lavori sulle strade di Montevarchi per 200mila euro. “In questo momento così difficile per il Paese, come Comune e anche come Provincia, ho voluto portare avanti  la programmazione degli interventi di manutenzione – afferma il sindaco Silvia Chiassai -.  Due mesi di lockdown non ci hanno fermato, ma abbiamo cercato di proseguire sulla messa in sicurezza delle strade, una delle poche attività consentite dai decreti governativi, con un investimento del Comune tra asfaltatura e segnaletica per oltre 200mila euro a Montevarchi. Pur nella sventura del Covid 19, l’assenza di circolazione di mezzi e di persone ha consentito di effettuare i lavori in tempi brevi e senza arrecare disagi alla popolazione. Abbiamo terminato gli interventi  di riqualificazione e di nuova illuminazione su Piazza Giotto, il nuovo salotto del Giglio, riportando al doppio senso di marcia il tratto di via Burzagli, da viale Diaz alla Chiesa, rispettando i cittadini e commercianti della zona che a gran voce chiedevano da anni di ritornare alla viabilità del passato. Altro intervento storico, dopo 20 anni, l’asfaltatura del tratto che dalle Logge arriva fino all’Arno, passando per il viale Matteotti, che non aveva visto più il bitume dal Giro d’Italia del 2001. Un rifacimento a vantaggio di tanti residenti di un’area centrale della città, ma anche di molti atleti, sportivi e studenti quando ritorneranno, appena possibile, ad un’attività normale. Abbiamo risistemato anche piazza Dante, via Boccaccio, piazza della Repubblica e Largo Brilli Peri, ben 700 metri quadrati di marciapiedi che erano in condizioni particolarmente critiche dopo anni di incuria, con costi elevati, ma non più rinviabili. Non abbiamo agito solo sul nucleo di Montevarchi, ma sono stati fatti interventi di rifacimento asfaltatura e segnaletica alla Gruccia al Pestello; la segnaletica a Levanella nel tratto lungo la strada regionale 69 fino al confine con Bucine; l’asfaltatura e la segnaletica nelle frazioni di Mercatale e Levane, in quanto le comunità devono avere la stessa attenzione rispetto al nucleo centrale di Montevarchi. Altri lavori partiranno dopo gli interventi di sostituzione delle condutture in amianto di Pubbliacqua, che questa amministrazione ha fortemente portato avanti in questi 4 anni, sia su Levane che sul Pestello con un’operazione di asfaltatura finale e di rifacimento dei marciapiedi proprio in quelle zone che sono ancora critiche. Ho agito allo stesso modo anche come Presidente della Provincia, siamo intervenuti in Valdarno con importanti lavori di asfaltatura su Ponte Mocarini, Le Coste, Ponte sull’Arno fino al confine con Montevarchi e nel tratto provinciale del Crocifisso verso Mercatale. Siamo rimasti operativi laddove le misure previste per il contrasto al Covid lo permettevano. Non è stato così per il taglio della vegetazione in quanto non ritenuta dai vari DPCM governativi un’attività essenziale. E’ chiaro che non è facile intervenire in pochi giorni su di un blocco di due mesi, ma dal 4 maggio come da direttive governative, siamo ripartiti per recuperare il tempo perduto".

La replica di Francesco Maria Grasso

A seguito del comunicato del Comune interviene Francesco Maria Grasso di Montevarchi Democratica.

"Ieri sera in consiglio comunale ho chiesto al sindaco chiassai se fra uno spot televisivo ed un altro riteneva importante occuparsi della manutenzione di Montevarchi. Vi sono diverse parti del territorio ma in particolare la via di Caposelvi che sta franando. Naturalmente la sindaca ha detto che ha tutto sotto controllo sia Caposelvi, sia Val di lago e quanto altro vedi ricasoli. Parole e solo parole. Oggi, per nascondere il tutto, lancia una campagna con l'annuncio dell'asfaltatura da 200 mila euro da via Dante a viale Matteotti che dal Giro d'Italia non sarebbero state toccate. A parte che nel 2012 la mia amministrazione aveva asfaltato via Dante, via Pascoli e le strade adiacenti a piazza Repubblica (ma la sindaca da Siena non poteva saperlo); ma quello che non sa la sindaca Chiassai e la sua scrivana o scrivano dediti alla continua propaganda, che nello specifico si sbaglia in modo grossolano citando via Dante e viale Matteotti e dicendo che erano 20 anni che non vedevano l’asfaltatura (Giro d’Italia 2001).
È una vergognosa bugia, come ho detto poco sopra, e nello specifico di oggi perché gran parte di quei lavori li ha fatti Publiacqua (quell'altro 'carrozzone' regionale contro il quale chiassai inveisce un giorno si e l'altro pure) a seguito di quelli sulla rete idrica per ripristinare il manto dopo gli scavi. Peraltro in larghissima parte sono dell'ultimo piano lavori ed investimenti predisposto e concordato quando c’era il sottoscritto. Pertanto la sindaca mi dovrebbe ringraziare perché con il suo nuovo modo di lavorare ad oggi non fa altro che attivare le opere contrattualizzate durante il precedente mandato.Possibile che non si riesca mai a dire la verit° confezionando bugie gigantesche e non si riesca tutti I santi giorni a negare I fatti o a fare solo continua propaganda? Meno male che fra 10 mesi ci saranno le elezioni comunali. Povera Montevarchi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori da 200mila euro sulle strade di Montevarchi. Polemica di Grasso

ArezzoNotizie è in caricamento