Sabato, 31 Luglio 2021
Montevarchi

Grasso: "Dalle parole ai "buchi" di bilancio". L'attacco dell'ex sindaco di Montevarchi

Di seguito l'ultimo intervento di Francesco Maria Grasso, ex sindaco di Montevarchi e attualmente consigliere di minoranza presso l'assise cittadina. "Compito di questa opposizione nel Consiglio Comunale di Montevarchi è riportare alla pubblica...

grasso_francesco_maria-2

Di seguito l'ultimo intervento di Francesco Maria Grasso, ex sindaco di Montevarchi e attualmente consigliere di minoranza presso l'assise cittadina.

"Compito di questa opposizione nel Consiglio Comunale di Montevarchi è riportare alla pubblica opinione il tipo di politica e gli indirizzi di questo sindaco e di questa amministrazione di centrodestra per permettere a tutti di giudicare.

Credetemi che chi scrive non ha nessun interesse contrario nè obbiettivi futuri ma solo combattere con l'arma dell'ironia l'arroganza del potere e la propaganda continua in un momento nel quale sarebbe indispensabile un sano confronto sul futuro di montevarchi in consiglio comunale per trovare indirizzi comuni su cui convergere.

Ma questo non è possibile con questo sindaco e questa amministrazione in quanto non più tardi della settimana scorsa, su miei consigli e sollecitazioni in commissione bilancio, mi sono sentito dire nuovamente di essere un disturbatore ed un polemico per partito preso su argomenti che, molti dei consiglieri, non capiscono neanche di cosa si parli.

Detto ciò ricorderete tutti che sono due anni che questo sindaco ed il suo assessore al bilancio, ci raccontano sui giornali e sui mezzi di comunicazione, a cui anche quest'anno staccheranno un assegno in spesa per propaganda di circa 29.000,00 - non poco in questi momenti di crisi - che il comune è stato lasciato pieno di buchi di bilancio.

Se questa è la propaganda per la pubblica opinione, però dagli atti contabili risulta per l'anno 2016 un avanzo di oltre tre milioni di crediti a favore del comune con soldi vivi in cassa, e quest'anno oltre 600.00,00. Tutto questo con il pagamento effettuato in soldi vivi e veri di oltre tre transazioni con ditte che avevano un contenzioso con il comune per oltre 600.000,00 euro e spesa corrente in questi due anni finanziata con i risparmi precedenti ( basta vedere il cambio verso delle strade, semafori nuovi ed altri interventi in varie strade per oltre 200.000 euro).

Orbene il prossimo 20 Aprile andremo ad approvare il bilancio consuntivo del 2017 ( anno interamente gestito da questo centro - destra) e cosa ci troviamo ad approvare?

Opere realizzate rispetto al piano delle opere approvato a dicembre 2016 = NESSUNA, - sono stati tagliati solo i nastri delle opere finite al giugno 2016 ( e non tutte in quanto le telecamere di ingresso al centro storico dal giugno 2016 sono ferme e non realizzate con le relative transenne sempre presenti in cima ed in fondo a via roma) - e troviamo dal punto di vista finanziario un " buco" totale di euro 4.402.218,21.

Avete inteso tutti bene: secondo i canoni di bilancio di questa amministrazione, come ci hanno detto e raccontato per mesi e cioè che i residui sono "buchi", al dicembre 2017 son presenti i suddetti residui derivati dalla loro incapacità di ricevere o imporre i pagamenti: in particolare evidenzio le partite maggiori in residuo debitorio qualificati da loro stessi come "buchi di bilancio" 1) recupero ici/ imu 451.790

Tarsu 2.203.584

Recupero tarsu/tares/tari 1.344.306

Sanzioni codice strada 324.708

Ebbene questi sono i dati della incapacità politica di questa amministrazione che è costretta a vendere giardini pubblici come il giardino spinelli e a non realizzare neanche un'opera pubblica per mantenere a bilancio spese non necessarie per propaganda viaria e per non continuare a non aumentare il debito globale del comune.

Il prossimo finanziamento che non riceveremo e/o non realizzeremo sono le casse di espansione al pestello ed a scrafana che, sebbene sollecitati dal sottoscritto da oltre due anni a proporre i progetti esecutivi, ci siamo sentiti sempre rispondere che non occorrono e comunque "non ti preoccupare ci pensiamo da noi".

Cari concittadini state sicuri che se non si progettano in modo esecutivo quelle due casse nessuno ci darà una lira in finanziamento. Ma ancora questo non è compreso dall' attuale amministrazione. Cosa ci possiamo fare? Vivere di speranza e continuare a dare consigli!

Ad maiora!".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grasso: "Dalle parole ai "buchi" di bilancio". L'attacco dell'ex sindaco di Montevarchi

ArezzoNotizie è in caricamento