Montevarchi Montevarchi / Viale Cadorna

Giardini Spinelli all'asta. Il comitato di residenti: "Il cemento non purifica l'aria"

La base d'asta per le offerte è fissata a 990mila euro.

Si accende nuovamente il dibattito circa il prossimo futuro dell'area verde Altiero Spinelli di viale Cadorna a Montevarchi.
Un giardino pubblico che in passato è stato più volte al centro dell'attenzione a causa del botta e risposta tra amministrazione e residenti della zona che, a loro volta, hanno presentato un ricorso al Tar per evitarne la cementificazione.

Le preoccupazioni per il futuro di questa area, di proprietà comunale, sono appunto quelle di vederla ospitare palazzi ed edifici.
Dopo la prima messa all'asta, il comitato dei residenti presentò il ricorso. Da qui lo stop anche se, proprio in questi giorni, lo spazio è stato nuovamente messo in vendita e la delibera pubblicata nell'albo pretorio del portale internet del Comune di Montevarchi.

A diffondere la notizia è stato uno dei portavoce del gruppo di residenti che, attraverso un intervento sui social, esprime il proprio punto di vista.

“Durante il consiglio comunale del mese di luglio scorso – fanno sapere sui social i rappresentanti dei residenti – la nostra sindaco, in merito al ricorso presentato al Tar da parte di alcuni cittadini sulla vendita del parco pubblico, dichiarò ufficialmente, "aspetteremo il responso del tribunale".
E’ invece di questi giorni una delibera che smentisce l’affermazione e dà il via alla procedura per rinnovare la pubblicazione dell’avviso d’asta sulla Gazzetta Ufficiale, senza attendere la data dell’udienza dell’organo di giustizia amministrativa fissata per il 23 gennaio prossimo, con lo scopo di vendere al più presto l’area, distruggere il parco e farci costruire un palazzo fino a tre piani. Non ci sono parole che giustificano questa scelta così impopolare specialmente in un momento in cui tutto il mondo si interroga ed è impegnato a salvaguardare l’ambiente, la qualità dell’aria, la difesa del verde e delle piante, incentivando e valorizzandone l’uso nelle nostre città. Signora sindaco – è la conclusione – ci ritorna in mente l’impegno da lei preso in campagna elettorale che della tutela della salute dei cittadini ne aveva fatto il suo cavallo di battaglia. Il cemento non purifica l’aria”.

La base d'asta per le offerte è fissata a 990mila euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardini Spinelli all'asta. Il comitato di residenti: "Il cemento non purifica l'aria"

ArezzoNotizie è in caricamento