Martedì, 15 Giugno 2021
Montevarchi

Farmacie comunali e polemica sulle mascherine. Il sindaco: "Le false accuse degli untori social non cadranno nel vuoto"

"Ringrazio anche tutti i farmacisti che stanno dando se stessi per garantire un servizio primario per i nostri cittadini. Sono orgogliosa di voi"

Nei giorni passati su alcune pagine social, si è scatenata una fuoriosa discussione riguardante il prezzo di acquisto delle mascherine alle Farmacie Comunali di Montevarchi. Ne era scaturita anche una denuncia pubblica attraverso la quale veniva sollecitata l'amministrazione comunale e richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. In seguito a tale evento è stata avviata un'accurata attività di controllo da parte del sindaco Silvia Chiassai Martini e della guardia di finanza.

"In un momento di forte emergenza in cui chi amministra sta lottando in trincea su più fronti - afferma il sindaco Chiassai Martini - soprattutto alla ricerca disperata di mascherine per gli operatori sanitari; in questo contesto di impegno, le nostre Farmacie Comunali con responsabilità e serietà hanno reperito mascherine FFP2 di cui il nostro ospedale della Gruccia risulta sguarnito.
E cosa ricevono in cambio? Una denuncia di qualche sciagurato o di qualche "leone da testiera" che non ha altro di meglio da fare che sparlare sui social perché è in grado di risolvere i problemi solo virtualmente. Voglio rassicurare tutti i cittadini che non è stata riscontrata alcuna irregolarità sull'attività della farmacia o sulla vendita di mascherine. Ringrazio l'operato della Guardia di Finanza che ieri sera ha effettuato il controllo in seguito alla denuncia telefonica ricevuta e che ha verificato la regolarità delle mascherine vendute dalla farmacia a prezzo di costo, non guadagnando neanche 1 euro, come giustamente avevo concordato con l'amministratore unico Alberto Cristofani, ma anzi dovendo pagare addirittura le tasse sul mancato guadagno.

Dai primi giorni di marzo, le farmacie comunali si sono subito attivate, su mia indicazione, per la preoccupazione dei bisogni legati all'ospedale in un momento già di forte irreperibilità sul mercato di mascherine FFP2. Hanno avuto un contatto con fornitori in cui ci venivano offerte addirittura a 12.90 euro + Iva. Dopo vari trattative, visto che le importazioni dagli altri Stati europei vengono vergognosamente bloccate, è stata trovata una fornitura a 6,80 euro + iva di 2000 mascherine. La farmacia ha venduto al prezzo di aquisto, accollandosi il peso di oltre 1.300 euro di tasse pagate, ed ha cominciato a distribuirne 500, in primis, all'ospedale, altre 200 aquistate dal comune di Montevarchi per il suo personale e 100 donate alla Gruccia, insieme alle 200 dalla raccolta Fondo Emergenza Covid-19, poi ai medici di base che ne erano completamente sprovvisti, 120 al comune di Terranova e 400 alla banca del territorio che altrimenti non avrebbe potuto fare lavorare in sicurezza i suoi dipendenti, colmando così le varie carenze del Valdarno.

Un grande impegno e per questo motivo devo rivolgere un ringraziamento all'amministratore unico Afm, Alberto Cristofani e al direttore Bartolomeo Lucarelli, i quali hanno instancabilmente e caparbiamente cercato, nel mondo intero, la modalità per far pervenire a Montevarchi queste mascherine, mirando solo al bene della collettività. Per quanto riguarda gli "untori" social, in grado solo di commentare, sappiano che le accuse vergognose mosse e le falsità diffuse non cadranno nel vuoto e che è nostra intenzione tutelare l'immagine e la reputazione di Afm Montevarchi in ogni sede opportuna, per l'ottimo esempio di gestione pubblica, soprattutto in questa drammatica emergenza. Ringrazio anche tutti i farmacisti che stanno dando se stessi per garantire un servizio primario per i nostri cittadini. Sono orgogliosa di voi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacie comunali e polemica sulle mascherine. Il sindaco: "Le false accuse degli untori social non cadranno nel vuoto"

ArezzoNotizie è in caricamento