rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Montevarchi Montevarchi

Emergenza Covid, così le famiglie in difficoltà posso chiedere contributi per le bollette

Il sostegno si basa sulle spese sostenute per le utenze come le bollette relative alla fornitura di energia elettrica, gas, riscaldamento, acqua, rifiuti, telefono e rete internet. Potranno beneficiarne i nuclei familiari in situazione di fragilità

Dal 25 novembre a Montevarchi sarà attivo il servizio di sostegno alle famiglie previsto dall’art.53 della Legge 23 luglio 2021, n. 106 recante la "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti connesse all'emergenza da Covid-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali. Il sostegno si basa sulle spese sostenute per le utenze come le bollette relative alla fornitura di Energia Elettrica, Gas, Riscaldamento, Acqua, Rifiuti, Telefono e Rete Internet. Potranno beneficiarne i nuclei familiari in situazione di fragilità economica determinata o aggravata dall’emergenza epidemiologica (perdita, sospensione e/o riduzione dell’attività lavorativa, criticità sanitarie per la quale emerga la necessità di un sostegno economico), residenti nel Comune di Montevarchi ed in possesso della certificazione Isee in corso di validità, alla data della presentazione della domanda, uguale od inferiore a 15mila. La domanda potrà essere presentata da un solo membro per nucleo familiare e si potrà compilare solo online attraverso la piattaforma ValdarnoGeSocial. Si può accedere alla piattaforma dal sito internet nello spazio in evidenza posto in home-page alla voce “sostegno alle famiglie”. La domanda in pratica consiste in un’apposita autocertificazione/dichiarazione sostitutiva che dovrà essere compilata correttamente e in tutte le sue parti, unitamente alla copia della/e bolletta/e per le quali si chiede il contributo.

Il contributo economico non sarà erogato ai nuclei familiari titolari di uno o più depositi e conti correnti bancari e postali, per i quali la sommatoria dei valori del saldo contabile attivo, al lordo degli interessi, al 31 agosto 2021, sia superiore ad una soglia di 6mila accresciuta di 2mila per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino a un massimo di 12mila. Le domande potranno essere presentate entro la data del 31 dicembre 2021e si potrà ottenere un contributo fino ad un importo massimo di 250 una tantum. Le istanze potranno essere valutate a seguito di colloquio in presenza o telefonico con gli assistenti sociali e sulla base delle dichiarazioni rilasciate. I contributi saranno erogati con cadenza mensile ed il cittadino dovrà successivamente presentare al Servizio Sociale copia dell’avvenuto pagamento. Per le bollette Tari, occorre presentare copia del versamento, effettuato con le modalità indicate negli avvisi di pagamento (ordinariamente modello unico di pagamento F24) e le copie dei versamenti dovranno essere inoltrati all’Ufficio Tributi che ne controllerà la correttezza e trasmetterà riscontro al Servizio Sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Covid, così le famiglie in difficoltà posso chiedere contributi per le bollette

ArezzoNotizie è in caricamento