Montevarchi

Contributi per l'affitto a Montevarchi: come accedere

Sono finalizzati a prevenire l’esecuzione degli sfratti per morosità, che sono determinati da situazioni di "sopravvenuta ed accertata difficoltà economica"

L'amministrazione comunale di Montevarchi ha pubblicato un avviso riguardante la concessione di contributi finalizzati a prevenire l’esecuzione degli sfratti per morosità, che sono determinati da situazioni di "sopravvenuta ed accertata difficoltà economica, con perdita o diminuzione della capacità reddituale da parte dei conduttori, titolari di contratti di locazione di unità immobiliari ad uso abitativo". Una misura per andare incontro a chi sta attraversando un periodo economicamente non favorevole. Non è previsto un termine di scadenza per la presentazione delle domande di contributo poiché le richieste saranno esaminate fino ad esaurimento delle risorse economiche disponibili.

"I richiedenti - specifica l'avviso - devono essere affittuari di abitazioni in locazione che si trovino in una di queste due situazioni:

  • 1- In condizioni di difficoltà economica, determinata dalla perdita o dalla sensibile diminuzione della loro capacità reddituale (almeno il 30% rispetto all’anno precedente), per almeno un componente del nucleo familiare, con in corso un procedimento di sfratto per morosità, depositato in Tribunale, per il quale non sia ancora avvenuta l’esecuzione del provvedimento. L’evento - verificatosi non oltre i 18 mesi precedenti la domanda - che ha causato tale perdita reddituale deve essere stato causato da precise motivazioni.
  • 2- con morosità nel pagamento dell’affitto accumulata a causa delle diminuzione della capacità reddituale, per almeno un componente del nucleo familiare, nella misura di almeno il 30% rispetto al 2019 per le situazioni legate alla pandemia.

E' necessario inoltre - spiegano dal Comune - avere la residenza anagrafica in Montevarchi da almeno un anno, nell’alloggio oggetto di sfratto; un reddito Isee non superiore a 35.000 euro e valore Isee non superiore a 16.500 euro; non essere titolari per una quota superiore al 30%, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili a destinazione abitativa siti sul territorio nazionale; non possedere beni mobili non registrati non superiori a 10mila euro. Poiché la domanda non può essere presentata per più di due volte, chi ha già partecipato a due bandi precedenti, anche non continuativi, non verrà ammesso al bando in vigore.

La domanda può essere consegnata a mano presso l’Ufficio InComune di Montevarchi (presso Urban Center, Via dei Mille 7 - aperto dal lunedì al sabato, dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e il martedi e il giovedi anche dalle ore 15,30-17,30), o di Levane (Via Leona 114, il mercoledi e venerdi dalle ore 9,30 alle ore 12,30), previo appuntamento telefonico al nr. 055 9108246.

La domanda potrà  essere  spedita  in  busta  chiusa  tramite  lettera raccomandata A.R. indirizzata a: Comune di Montevarchi - Ufficio Casa - Piazza Varchi n. 5- 52025 Montevarchi (Arezzo). Per l’invio tramite servizio postale farà fede il timbro di arrivo della richiesta. 

La domanda potrà anche essere inviata con posta normale e con Posta Elettronica Certificata (PEC) avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf -  all’indirizzo di posta elettronica del protocollo protocollomtv@comune.montevarchi.ar.it (max 5mb per gli allegati) oppure all’indirizzo di posta certificata del Comune:  comune.montevarchi@postacert.toscana.it.

Per informazioni contattare l'Ufficio Casa (tel. 055 9108284, ore 8,30-12.30 dal lunedì al venerdì: email: monrealed@comune.montevarchi.ar.it)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi per l'affitto a Montevarchi: come accedere

ArezzoNotizie è in caricamento