menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpo di fucile nel portone di casa, scatta la denuncia

Paura a Levane: i carabinieri stanno indagando. Sarebbe stata sparata da qualcuno che stava cacciando individualmente

Un colpo di fucile finito in una porta finestra: l'inquietante episodio è avvenuto a Levane (in via Capitini) a inizio agosto, ma solo in questi giorni è balzato alle cronache. A darne notizia è stata la testata online Valdarno Post che spiega come non si sia trattato di un colpo sparato durante una battuta al cinghiale (caccia di selezione aperta in quel perido), bensì da qualcuno che stava cacciando individualmente. 

Il proprietario dell'abitazione ha sporto denuncia ai carabinieri, i quali stanno indagando sulla vicenda.

La legge in questi casi parla chiaro:

"E' vietato l'esercizio venatorio nelle zone comprese nel raggio di cento metri da immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro (...). E' vietato sparare da distanza inferiore a centocinquanta metri con uso di fucile da caccia ad anima liscia o da distanza corrispondente a meno di una volta e mezza la gittata massima in caso di uso di altre armi, in direzione di immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento