rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cortona Cortona

Vertice sul futuro della Fratta: dalla nuova responsabile di Cardiologia alla soluzione per le criticità

I vertici della Asl hanno incontrato gli amministratori della Valdichiana: la nuova responsabile dell'Unità operativa semplice dipartimentale di cardiologia è la dottoressa Simona Dorazio

Si è svolta, lunedì 3 gennaio 2022, la riunone congiunta della Conferenza dei sindaci della Valdichiana aretina e la direzione della Ausl Toscana sud est. Presenti per l'azienda  il direttore sanitario Simona Dei, il direttore degli ospedali aretini Barbara Innocenti e il direttore del Dipartimento CardioNeuroVascolare Leonardo Bolognese, per le amministrazioni locali hano partecipato il sindaco di Cortona Luciano Meoni (anche presidente della Conferenza di zona), il sindaco di Lucignano Roberta Casini, il sindaco di Marciano della Chiana Maria de Palma e l'assessora alle politiche sociali di Castiglion Fiorentino Stefania Franceschini. Al centro dell'incontro i temi dell'organizzazione sanitaria dell'ospedale Santa Margherita della Fratta con particolare attenzione al servizio cardiologico, e la situazione della pandemia.

“Si è trattato di un incontro molto proficuo - ha dichiarato il direttore sanitario della Asl Simona Dei -. Al centro del confronto  il servizio di cardiologia dell'ospedale, da sempre fiore all'occhiello della sanità in Valdichiana. Su questo il Direttore del Dipartimento ha inquadrato la situazione: “stiamo vivendo in tutta la regione una cronica carenza di personale e purtroppo la Fratta non fa eccezione. A fronte di ciò l'azienda ha fatto dei passi importanti:  E' stata nominata, già da qualche settimana, la nuova responsabile dell'Unità Operativa Semplice Dipartimentale di Cardiologia, nella persona della dottoressa Simona Dorazio. Professionista preparata e figura strategica per il buon funzionamento del servizio, e che dà  stabilità e prospettive a tutto l'ospedale. Con il personale ad oggi presente possiamo garantire la presenza giornaliera e la  reperibilità notturna di un medico cardiologo.
Questo ci permette di potenziare da subito le prestazioni ambulatoriali e ridurre i tempi di attesa.  La riapertura dei posti letto semintensivi specialistici cardiologici alla Fratta è un obiettivo comune che potrà essere raggiunto al momento degli  auspicati ingressi di cardiologi: entro due settimane si aprirà un concorso regionale per cardiologi che ha visto grande partecipazione, per cui contiamo entro breve di poter avere una graduatoria alla quale attingere per potenziare il servizio.”

“Abbiamo anche affrontato il delicato tema della pandemia - prosegue il direttore sanitario -  che in questi ultimi giorni è letteralmente esploso in tutta Italia. Abbiamo rassicurato i sindaci sull'impegno che donne e uomini dell'azienda stanno mettendo per garantire i servizi e le cure. Le normative che regolano la presa in carico e la quarantena dei cittadini positivi al Covid-19, già da alcuni giorni, sono cambiate in maniera sostanziale. Dalla fine di dicembre la Centrale di Tracciamento è 'sommersa' dai nuovi contagiati, come sta succedendo in tutta Italia. Nella provincia di Arezzo, tra l'altro una delle più colpite della Toscana, l'aumento è stato di quasi il 300%. Nella sola provincia di Arezzo, ad esempio siamo passati dall'effettuazione di 6.200 tamponi in sette giorni ai quasi 16.000 della settimana passata e, sempre per dare un parametro della situazione, da 770 casi positivi la settimana agli attuali 6060. L’incontro ci ha consentito di rendere partecipi i sindaci sulle azioni in atto in un'ottica di trasparenza e collaborazione. In un momento in cui, accanto alle azioni aziendali, la Regione Toscana sta lavorando su una semplificazione dei percorsi di tracciamento e della presa in carico al fine di superare le attuali pesanti criticità. Come abbiamo convenuto con i sindaci questa è la fase più delicata della pandemia, ed è importante che tutti siano consapevoli delle difficoltà che il sistema pubblico, sanitario e non, sta affrontando, e che l'unica strada possibile è quella della collaborazione proattiva tra tutti i soggetti per migliorare la risposta e garantire servizi alla comunità.”

"Nell’ambito del piano di rafforzamento dell’ospedale della Fratta - dichiara il presidente della Conferenza della Sanità della Valdichiana, Luciano Meoni - auspichiamo una prossima riapertura dei posti letto di 'semi-intensiva cardiologica' per dare ulteriore supporto all'attività del nostro polo sanitario, in particolare a quella chirurgica. Attendiamo l’esito dei concorsi banditi e che dagli impegni seguano i fatti, nel frattempo auguriamo buon lavoro alla nuova responsabile dell'Uo semplice dipartimentale di cardiologia, dottoressa Simona Dorazio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertice sul futuro della Fratta: dalla nuova responsabile di Cardiologia alla soluzione per le criticità

ArezzoNotizie è in caricamento