rotate-mobile
Cortona

"Turista a casa tua", il progetto per un'accoglienza al top

Cortona e Castiglion Fiorentino saranno al centro di un percorso formativo dedicato agli imprenditori del terziario volto alla scoperta della Valdichiana. La prima tappa nella lucumonia etrusca è in partenza il 16 novembre, mentre il 18 sarà la volta della città del Cassero

La stagione turistica volge al termine e gli operatori del terziario ne approfittano per mettersi a studiare le bellezze del territorio, così da essere sempre più preparati ad accogliere i visitatori che verranno. Merito del progetto formativo “Turista a Casa Tua”, dedicato alla scoperta dei patrimoni artistici e culturali della Valdichiana su iniziativa della Confcommercio, con la collaborazione di Aion Cultura.
 
L’iniziativa è stata presentata nella sede della Confcommercio aretina e vi hanno partecipato i sindaci di Cortona e Castiglion Fiorentino Luciano Meoni e Mario Agnelli, il presidente della delegazione Confcommercio Valdichiana Marco Molesini insieme al responsabile Carlo Umberto Salvicchi, la vicedirettrice dell’associazione di categoria Catiuscia Fei e il direttore dell’area formazione Stefano Orlandi.
 
La presenza dei due sindaci era motivata dal fatto che quest’anno saranno proprio Cortona e Castiglion Fiorentino le città oggetto di studio di "Turista a casa tua". Gli incontri formativi, liberi e gratuiti, sono rivolti a tutti i proprietari di attività locali che desiderano aumentare le proprie conoscenze in funzione del turismo, così da poter offrire un servizio in più ai clienti che vengono da fuori e desiderano avere indicazioni dettagliate sulle cose da vedere e scoprire. Per iscriversi basta contattare la delegazione Confcommercio Valdichiana (telefono 0575 603231, cortona@confcommercio.ar.it oppure cell. 3357363242).
 
Il primo appuntamento è in programma il 16 novembre nella celebre lucumonia etrusca: gli iscritti andranno alla scoperta del pittore cortonese Gino Severini e delle sue opere futuriste al Maec di Cortona, museo simbolo della città. Da qui il viaggio tra le strade e le piazze di Cortona che si affacciano sulla Valdichiana. La docente Eleonora Sandrelli martedì 23 novembre farà da guida nell’area archeologica del Sodo e organizzerà un breve archeotrekking tra Sentieri dei Principi e via Romea Germanica. Infine, l’ultima tappa fissata il 30 novembre sarà un trekking urbano sulle tracce degli Etruschi.
 
Il 18 novembre, invece, sarà la volta della città del Cassero: sarà Federica Biagi a guidare gli imprenditori tra le strade in salita di Castiglion Fiorentino per conoscerne la storia e i segreti. La seconda giornata (25 novembre) sarà dedicata al trekking verso il Castello di Montecchio, mentre nella tappa finale (2 dicembre) la direttrice del Sistema Museale Castiglionese Stella Menci farà da guida nei più importanti luoghi d’arte cittadini.

"Aggiungiamo un altro prezioso tassello ad un progetto formativo che vede impegnata Confcommercio in Valdichiana ormai dal 2017 – ha spiegato il presidente della delegazione Confcommercio Valdichiana Marco Molesini durante la conferenza stampa – in questi anni i nostri imprenditori hanno capito quanto sia importante la conoscenza del territorio in funzione di una migliore accoglienza dei tanti turisti in arrivo. Commercianti, albergatori e ristoratori sono spesso le prime persone che un turista incontra e con cui si interfaccia. È attraverso di noi che ha un primo “assaggio” del territorio".
 
"Esprimiamo apprezzamento nei confronti dell'iniziativa di Confcommercio – ha dichiarato il sindaco di Cortona Luciano Meoni - per tutti i commercianti che aderiranno sarà un'occasione per conoscere le bellezze artistiche della nostra città, oltre che di comprendere quali siano stati gli investimenti che l'Amministrazione comunale ha effettuato al fine di valorizzare il proprio patrimonio".
 
"Formare gli operatori turistici per accogliere il visitatore di turno in maniera adeguata. Negli anni le richieste del viaggiatore si sono trasformate. Si cercano esperienze uniche che comprendano sia le eccellenze enogastronomiche che paesaggistiche oltre che ambientali e culturali – ha sottolineato il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli - Questa tipologia di turismo si contrappone al turismo di massa, in quanto il viaggiatore vuole stabilire una connessione con il luogo, la sua cultura e i suoi abitanti. Di conseguenza, l’operatore turistico che vuole offrire una particolare esperienza deve essere in grado di ‘personalizzare’ l’esperienza di viaggio, adattandola alle specifiche esigenze dei singoli visitatori. Da qui l’idea di realizzare in collaborazione con la Confcommercio questi tre pomeriggi per scoprire e ri-scoprire la nostra Città che possiamo rappresentare come uno scrigno a cielo aperto".
 
"La formazione resta il punto di forza di un’impresa che vuole rinnovarsi e stare sul mercato – hanno aggiunto Catiuscia Fei e Stefano Orlandi, rispettivamente vicedirettrice della Confcommercio aretina e direttore dell’area formazione – la nostra associazione mette a disposizione questi percorsi gratuiti proprio per rimarcare la necessità di sviluppare nuove conoscenze e competenze, dettate dal cambiamento di esigenze dei consumatori e dalle nuove tendenze, che vedono sempre di più le piccole città meta di turisti da tutto il mondo. Se vogliamo che chi arriva da noi apprezzi i valori della nostra terra dobbiamo noi per primi imparare a farlo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Turista a casa tua", il progetto per un'accoglienza al top

ArezzoNotizie è in caricamento