Cortona Via Guelfa

A Sant'Agostino si torna a dire messa. Meoni: "Molto soddisfatto"

Il comune auspica che la chiesa di Sant’Agostino possa ospitare la celebrazione religiosa almeno due volte l’anno, in modo che gli abitanti di Cortona conoscano più da vicino questo luogo di culto

L’antica chiesa di Sant’Agostino, a Cortona, l’edificio religioso dove ha sede l’omonimo centro congressi, torna a ospitare la messa quaranta anni dopo l’ultima celebrazione. L’evento è in programma domenica 22 dicembre alle ore 9.

L’amministrazione comunale, d’accordo con i parroci locali, e secondo quanto prevede una convenzione esistente con la diocesi, ha ritenuto opportuno fare celebrare la cerimonia liturgica nello storico complesso cortonese: la convenzione indica che l’edificio è tuttora destinato al culto.

Il comune auspica che la chiesa di Sant’Agostino possa ospitare la celebrazione religiosa almeno due volte l’anno, in modo che gli abitanti di Cortona conoscano più da vicino questo luogo di culto che fa parte integrante della storia della città.

La chiesa di Sant'Agostino è situata nella parte bassa di Cortona, in via Guelfa. Fu edificata nella seconda metà del 1300, secondo lo stile gotico dell'epoca. La struttura, così come il convento degli Agostiniani, ha avuto molte trasformazioni nel corso dei secoli e la forma attuale fu ridisegnata nel 1681.

Soddisfatto il sindaco di Cortona, Luciano Meoni: «La comunità esprime la sua gioia per un evento così particolare ed è grata a tutti coloro che hanno permesso questo risultato. Sant’Agostino fa parte della nostra identità di cortonesi, ed è giusto che torni a ospitare una cerimonia religiosa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sant'Agostino si torna a dire messa. Meoni: "Molto soddisfatto"

ArezzoNotizie è in caricamento