CortonaNotizie

"Il sindaco Meoni ha denunciato un altro cittadino per aver espresso la propria opinione"

L'attacco delle forze del centrosinistra: "Un sindaco ha il dovere istituzionale di ascoltare e rappresentare tutti, anche chi la pensa diversamente"

Luciano Meoni, sindaco di Cortona

"Libertà di espressione: a Cortona un diritto negato?". Dura nota da parte delle opposizioni e forze di centrosinistra, in particolare, Cortona Civica, Democratiche Valdichiana, Giovani Democratici Cortona, Italia Viva Cortona, Partito Democratico Cortona, Rifondazione Comunista, circolo “R. Censi”, Sinistra Civica Ecologista. "Il sindaco Meoni ha denunciato un cittadino per avere espresso la propria opinione: non è la prima volta, lo ha già fatto anche con le principali forze politiche d’opposizione. Un sindaco ha il dovere istituzionale di ascoltare e rappresentare tutti i cittadini".

L'attacco del centrosinistra

L'opposizione entra nello specifico. "Un altro cittadino che ha espresso la sua opinione poco convinta in merito all’operato dell’amministrazione - si legge - è stato denunciato dal sindaco Meoni. Un metodo intimidatorio che va avanti ormai da mesi dato che una serie di denunce ha colpito in modo trasversale tutti coloro che hanno manifestato una visione diversa dalla sua: dapprima alcune delle principali forze politiche d’opposizione, poi addirittura i cittadini. Un sindaco ha il dovere istituzionale di ascoltare e rappresentare tutti i cittadini, anche chi ha un pensiero politico diverso dal suo. A Cortona, invece, il sindaco non ascolta e non dialoga con la cittadinanza. Anzi, Meoni cerca di mettere a tacere chi esprime il proprio pacato dissenso a suon di denunce. E tutto ciò, ci dispiace dirlo, avviene nella più totale indifferenza dei partiti di centro-destra che formano la maggioranza. Ormai è chiaro: le osservazioni critiche sono colte con sospetto anziché con spirito costruttivo. Perché? A noi è chiaro: la paura del dissenso non è che la dimostrazione di un’evidente incapacità a ricoprire il ruolo di primo cittadino da parte di Meoni in un comune importante come quello di Cortona. Convinto che una comunità si governi in modo autoritario e non con autorevolezza politica, il sindaco pensa di poter mettere a tacere i cittadini che non la pensano come lui e lo dicono apertamente. Questa è una situazione grave e preoccupante che mai si era verificata prima d’ora a Cortona. Vogliamo esprimere la nostra vicinanza nei confronti di tutti quei cittadini che hanno subito intimidazioni e in particolare del cittadino che è stato denunciato.
Ribadiamo il nostro impegno a porci come argine a quanto sta accadendo per garantire a tutti il rispetto della libertà di espressione". Il centrosinistra lancia anche l'hashtag #denunciacitutti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • Neve e vento forte: è codice giallo in provincia di Arezzo. L'elenco dei comuni interessati

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento