Giovedì, 24 Giugno 2021
Cortona

Cortona Mix addio. Svanisce l'ultimo grande festival internazionale made in Arezzo

L'amministrazione comunale ha dato notizia dello scioglimento del comitato organizzatore che ha coordinato le 8 edizioni della manifestazione

L'ultimo gigante dei festival aretini è ufficialmente storia passata. Chiuso, finito, smantellato. 
Il Cortona Mix Festival non esiste più visto che, proprio in questi giorni, si è sciolto ufficialmente il comitato che dal 2012 lo ha guidato e accompagnato nel suo processo di crescita conclusosi la scorsa estate.

A darne comunicazione è l'amministrazione comunale che sottolinea come: "la decisione è stata formalizzata in uno studio notarile presso il quale era stata convocata la riunione del consiglio direttivo dello stesso comitato. E' stato provveduto a nominare, come previsto dallo statuto, un liquidatore".

Cala dunque il sipario sull'ultimo esempio, per quello che riguarda il territorio provinciale, di festival dal richiamo nazionale e internazionale, visti i nomi degli ospiti che si sono sussesguiti nelle varie edizioni.

La decisione, ufficializzata in queste ore, è apparsa ineluttabile tanto che la giunta di Luciano Meoni ha commentato lo scioglimento del comitato sottolineando come "L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di creare un programma di iniziative culturali, e di spettacolo, con caratteristiche nuove. Organizzare un evento artistico rappresenta un’opportunità di arricchimento per la comunità a cui è destinato, ma anche un’efficace leva di comunicazione per promuovere l’immagine del territorio. Pur riconoscendo l’utilità di alcune manifestazioni letterarie abbiamo deciso di voltare pagina rispetto al passato, offrendo una proposta culturale di natura diversa".

Il Mix Festival si fa. Il sindaco Meoni: "Una giornata solo con artisti di Cortona"

Insomma Cortona volta pagina e il sindaco non ha affatto nascosto che l'impronta più locale assunta dalla manifestazione durante la sua ottava e ultima edizione ha rappresentato "l’inizio di una concreta trasformazione e una nuova veste. La partecipazione della quasi totalità degli artisti del nostro comune che si esibiranno sul palco allestito presso Piazza Signorelli venerdì 19 luglio, un evento fortemente voluto dal sottoscritto e dalla nuova amministrazione che intraprenderà un nuovo corso anche nella programmazione degli eventi".

Dunque quale futuro per i grandi eventi cortonesi? Che fine farà l'eredità del Mix Festival?

"Sono stato presidente del Comitato Cortona Cultura Mix Festival dal primo giorno - racconta Mario Aimi - il festival è stato un'esperienza bellissima che ha lasciato una grande eredità in termini culturali alla nostra città. La manifestazione è sempre stata animata da grandi nomi e grandi eventi. Ritengo però anche giusto che un'amministrazione possa e debba fare delle scelte che volgano verso una direzione che ritiene più congrua alle proprie necessità e affinità. L'edizione 2019 è stata l'ultima che abbiamo curato. Con il sostegno dell'amministrazione abbiamo portato artisti del calibro della Pfm in città. Nell'arco degli anni non sono mancati neppure i giorni di grande difficoltà e le sfrenate lotte contro il maltempo che tavolta ci ha costretto a rivedere i piani e improvvisare per mantenere fede agli impegni presi con il pubblico. Dal canto mio faccio i migliori auguri a chi raccoglierà la nostra eredità. Sono certo che l'assessore alla cultura, che è anche musicista, saprà dare lustro alla nostra terra con iniziative di richiamo. Dal canto nostro, io in qualità di presidente dell'accademia degli Arditi e presidente del teatro Signorelli, resto a disposizione della città pronto, se richiesto, a fare la mia parte".

Il marchio Cortona Mix Festival, proprietà del comitato promotore, svanisce con il gruppo di lavoro che al termine dell'edizione 2019 ha deciso di non proseguire oltre con questa esperienza.

Otto anni di storia e centinaia di artisti da tutto il mondo

La manifestazione è nata nel 2012 in seguito allo scioglimento del Tuscan Sun festival, manifestazione che ha animato la città fino dal 2003. Promosso dal Comitato Cortona Cultura Mix Festival (composto da Comune di Cortona con potere consultivo ma non deliberativo, Gruppo Feltrinelli, Orchestra della Toscana, Accademia degli Arditi del teatro Signorelli e Officine della Cultura) in collaborazione con Regione Toscana e Camera di Commercio di Arezzo e Siena, il festival ha visto un'ampissima partecipazione di pubblico negli otto anni della sua vita.

Nelle sue prime sette edizioni, il Cortona Mix Festival ha ospitato protagonisti della musica, della letteratura, dello spettacolo e della cultura italiana e internazionale, offrendo al pubblico diversi momenti memorabili: la travolgente energia del concerto-festa di Jovanotti; i capolavori di Fritz Lang e Charlie Chaplin proiettati sul maxischermo di Piazza Signorelli, con accompagnamento dal vivo dell'Orchestra della Toscana; i coraggiosi intrecci tra musica sinfonica, cabaret ed elettronica; le intense performance di artisti come Emir Kusturica, Steve Hackett, Ian Anderson & Jethro Tull, Bob Geldof & Boomtown Rats, Little Steven e i suoi Disciples of Soul, Baustelle, Mario Biondi, Stefano Bollani, Elio e le storie tese, Gino Paoli, gli Statuto; gli affollati incontri con autori come Suad Amiry, Jonathan Coe, Hanif Kureishi, Joe Lansdale, Björn Larsson, Frédéric Martel, Daniel Pennac, Andrew Sean Greer, Marcela Serano, Simonetta Agnello Hornby, Edoardo Albinati, Stefano Benni, Luca Bianchini, Sveva Casati Modignani, Cristina Comencini, Maurizio de Giovanni, Concita De Gregorio, Erri De Luca, Diego De Silva, Tito Faraci, Giovanni Floris, Goffredo Fofi, Fabio Genovesi, Gipi, Nicola Lagioia, Nicolai Lilin, Valerio Magrelli, Livia Manera, Valerio Massimo Manfredi, Michela Marzano, Laura Morante, Antonio Pascale, Francesco Piccolo, Michele Serra, Chiara Valerio.

E ancora, la magia della danza, con le grandi compagnie europee e le étoiles Eleonora Abbagnato e Mara Galeazzi; il rigore civile nella testimonianza di Roberto Saviano e di Pietro Grasso; l’incrocio di teatro e letteratura nello spettacolo di Stefano Massini e Ascanio Celestini e la comicità di Nino Frassica & Los Plaggers Band come anche dei redattori di Lercio; il jazz di Enrico Rava e del Max Weinberg Quintet con ospiti speciali Nina Zilli e Stefano Di Battista; le colonne sonore del Premio Oscar Nicola Piovani; la testimonianza di impresa con Brunello Cucinelli e quella di giornalismo e inchieste con Marco Damilano, Sergio Rizzo e Gabriele Del Grande; la fotografia di Oliviero Toscani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortona Mix addio. Svanisce l'ultimo grande festival internazionale made in Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento