Cortona Cortona

Michele Placido a Cortona,sul palco del Signorelli con "Sei personaggi in cerca d'autore"

Domani sera l'attore calcherà il palco del teatro Signorelli dove porterà in scena "Sei personaggi in cerca d'autore". SI tratta di uno degli appuntamenti di spicco del cartellone di prosa cortonese giunto al suo terzo appuntamento. 

Michele Placido a Cortona. Domani sera l'attore calcherà il palco del teatro Signorelli dove porterà in scena "Sei personaggi in cerca d'autore". SI tratta di uno degli appuntamenti di spicco del cartellone di prosa cortonese giunto al suo terzo appuntamento. 

Lo spettacolo, prodotto dal Teatro Stabile di Catania in collaborazione con Goldenart Production srl, insieme a Michele Placido, vede tra gli interpreti: Guia Jelo, Dajana Roncione, Luca Iacono, Luana Toscano, Paolo Mita, Flavio Palmieri, Silvio Laviano, Egle Doria, Luigi Tabita, Ludovica Calabrese, Federico Fiorenza, Marina La Placa, Giorgia Boscarino e Antonio Ferro.
Un viaggio drammatico dentro la psiche umana e la sfera intima di ogni individuo. Un percorso ad ostacoli fra meandri e anfratti per mettere a nudo l'uomo davanti allo specchio di se stesso.
Il dramma più celebre e significativo della produzione teatrale pirandelliana torna in scena grazie all’estro creativo e al genio direttivo di Michele Placido facendosi portavoce delle idee, delle questioni e delle tematiche rivoluzionare alla base della concezione di teatro dell’autore.
Pirandello sovverte gli schemi convenzionali della narrazione, mettendo sul palco di un teatro un gruppo di attori che sta provando e “sei personaggi in cerca d’autore”. 
Il suo caratteristico umorismo, la mescolanza fra tragico e comico, il contesto meta-teatrale e il conflitto tra maschera e personaggio riecheggiano in quest’opera adesso come quando, rappresentata per la prima volta, determinò una svolta rivoluzionaria per il teatro borghese del tempo.
L’adattamento di Michele Placido (qui attore e regista), basato su fatti di cronaca contemporanea tra cui il femminicidio, le morti bianchi e l'impossibilità di una storia sentimentale dovuta all'alienazione dell'uomo moderno, ha ottenuto nella passata stagione un grande successo di pubblico e critica.
I personaggi di Pirandello sono dunque creature di oggi, creature fragili, creature da cui l'autore vuol prendere le distanze perché, dice Placido «atterrito dall'idea di alimentare questi personaggi e definirli, tanto scandalosa era la loro storia».
La stagione di prosa è frutto della collaborazione fra amministrazione comunale, Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Accademia degli Arditi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michele Placido a Cortona,sul palco del Signorelli con "Sei personaggi in cerca d'autore"

ArezzoNotizie è in caricamento