menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd Cortona: "Spese pazze per il Natale a Cortona? Una toppa peggiore del buco"

"A Meoni e alla sua giunta abbiamo lasciato un comune in forma, con un avanzo di bilancio e delle iniziative ben consolidate, e giorno dopo giorno assistiamo a un lento ma inesorabile declino"

E' sul tema delle spese riguardanti la rassegna in svolgimento in questi giorni a Cortona e dedicata al Natale che affonda il Partito Democratico. I componenti locali del Pd punta il dito contro le strategie messe in campo dall'amministrazione comunale di Luciano Meoni e sui costi sostenuti.

"Per uno che per anni aveva criticato le iniziative organizzate a Cortona per le spese fatte, è un po’ dura ammettere che il suo Natale, bene o male che vada, costerà parecchio di più di quello andato benissimo nel 2018.

È lo stesso Meoni che ha detto "chiuderemo Cortona Sviluppo" per poi tenerla in piedi e affidarle un po’ di tutto, e che ha messo fine al Mix Festival per proporre una rassegna identica e con gli stessi costi, ma senza Feltrinelli (“a che serve uno dei più grandi gruppi editoriali italiani, quando abbiamo gli amici del vicesindaco?”, avrà pensato).

In ogni caso, la risposta di Meoni è il classico esempio di toppa peggiore del buco. A chi fa il liberale mentre sta all’opposizione e lo statalista quando è al governo, rispondiamo che coinvolgere i privati, aiutarli, seguirli, coordinarli fa parte delle attività di un’Amministrazione virtuosa. Un coordinamento serio, non come quello attuato dalla nostra giunta, che prima ha promesso le luminarie gratuite e poi è andata a far la questua dai commercianti. Non esattamente un modello di organizzazione, viste le spese fatte. Speriamo davvero che alle 1.000 persone del giorno dell’inaugurazione se ne aggiungano altre, magari le 8.000 che negli stessi giorni sono andate a Castiglione del Lago a vedere l’albero sull’acqua. Oppure Piqué e Shakira, che l’anno passato ci hanno portato su tutta la stampa nazionale e non solo.

Al nostro intervento cui avevamo allegato il provvedimento e il preventivo di spesa (https://gofile.io/?c=etTkeQ), il sindaco ha risposto con un discorso privo di dati e con frasi discutibili. L’associazione Lux, che ha gestito l’evento dell’anno scorso, ha partecipato a un bando pubblico, in modo completamente trasparente. Gli affitti delle casette non li abbiamo conteggiati nei 76.000 euro, in quanto il preventivo di spesa li considera fuori dalla cifra messa dal comune (ulteriori 20.000 euro), quindi Meoni potrebbe anche evitare di dire che non abbiamo capito.

Ci dispiace di avere urtato la sensibilità del sindaco, ma a lui e alla sua loquace giunta abbiamo lasciato un comune in forma, con un avanzo di bilancio e delle iniziative ben consolidate, e giorno dopo giorno assistiamo a un lento ma inesorabile declino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento