Domenica, 20 Giugno 2021
(nessun video da visualizzare)

Patti Smith incanta Cortona: concerto per l'Autismo sold out

Entusiasta il presidente dell'associazione Andrea Laurenzi.

Un evento straordinario.
E' stato definito così il concerto di Patti Smith a Cortona.
Ieri sera, all'interno del teatro Signorelli, la sacerdotessa del rock è stata protagonista sul palco per un'iniziativa organizzata e coordinata dall'associazione Autismo Arezzo.

Entusiasta il presidente dell'associazione Andrea Laurenzi.

"E' stato un evento straordinario, non solo per il successo di pubblico ma soprattutto per l’intensità dello show e per la capacità di Patti di rendere lo spettacolo così speciale. Si è esibita indossando il braccialetto della nostra associazione, si è spesa con un discorso toccante, ma al contempo forte (come sa essere lei) a sostegno delle persone fragili e con autismo. Ci ha ricevuto nei camerini accogliendoci con calore e con parole di ammirazione per il nostro impegno.

Tutto quello che già di positivo pensavamo di lei si è trasformato in certezza ed entusiasmo per un’artista che, aldilà degli indiscussi meriti musicali e culturali universalmente riconosciutegli, si è dimostrata donna di grande umanità ed empatia. Un evento di questa portata non si realizza certamente da soli.

Ci siamo impegnati ma è stato un vero gioco di squadra. Ecco quindi che l’amministrazione comunale di Cortona ci ha subito sostenuto ed affiancato, la coop. Koinè nostro partner tradizionale ha condiviso con noi il progetto, gli sponsor ci sonp stati vicino, Valdichiana Outelt Village e Banca Popolare di Cortona, Officine della Cultura ha gestito l’intera organizzazione in maniera puntuale, l’Accademia degli Arditi ed il Cortona Mix Festival hanno collaborato, l’azienda K-Array ci ha fornito un impianto audio strepitoso, Aion Cultura ci ha aiutato a gestire con grande abnegazione il pubblico al teatro, Terretrusche ha curato la prevendita e molte altri amici ci hanno supportato. E poi il pubblico.

Tanta gente da tutta la Toscana, sorrisi, strette di mano, parole di incorraggiamento, una ventata di aria fresca nelle nostre vite. Questo concerto deve rappresentare per tutti noi, sia autistici che non, la dimostrazione che quando si lavora assieme con obiettivi condivisi, seri, credibili i risultati arrivano.

Per noi, il Concerto per l’Autismo di Patti Smith, è stato importante per tanti motivi: senza dubbio ci ha permesso di recuperare risorse per i tanti progetti che abbiamo rivolti ai più fragili e alle persone con autismo; ci ha dato, però, anche l’occasione di trasmettere un messaggio molto forte: un’artista di carartura mondiale si è unito a noi, ha scelto di dire cose precise in difesa dell’inclusione e contro ogni discriminazione. Questo per noi vale molto di più. Da oggi riprendiamo il nostro quotidiano impegno per la difesa dei diritti di tutte le persone con autismo e perle loro famiglie, ma, dopo il 14 dicembre, siamo ancora più convinti che si i paradigmi della nostra società si possano cambiare: costruire il futuro partendo dai più deboli. Per questo abbiamo voluto consegnare a Patti Smith un attestato di amicizia e ringraziamento che recita testualmente: “Tu, Patti, sei la chiara dimostrazione che il mondo può cambiare, che le persone più fragili possono contare sugli altri, che la comunitàumana ha ancora un futuro.” Grazie a tutti dal profondo del cuore a nome di tutti gli autistici e delle loro famiglie. Non abbiate paura di aiutare".

Si parla di

Video popolari

Patti Smith incanta Cortona: concerto per l'Autismo sold out

ArezzoNotizie è in caricamento