Cortona

Manifestazione a Cortona con mezzi militari, Cortona Patria Nostra: "Il Comune spende 20mila euro, perché?"

Mauro Turenci mette a confronto le spese degli enti locali umbri e toscani che oltre a Cortona ospitano l'evento: risulta che la città etrusca investirebbe molto più degli altri

Ventimila euro a sostegno di una manifestazione con mezzi militari a Cortona nei giorni 18, 19 e 20 giugno prossimi. C'è una delibera di giunta dell'amministrazione cortonese sul tema, la numero 15 del 18 febbraio scorso. E sul tema Cortona Patria Nostra interviene di nuovo dopo una lettera aperta del marzo scorso.

La manifestazione

"Non è la prima volta che Cortona ospita raduni di appassionati alla guida mezzi ex militari. E’ già accaduto in passato e l’iniziativa ha avuto un grande successo. Ricordiamo molto bene i mezzi allineati in bella mostra sul Parterre ed i loro conducenti che indossavano le uniformi degli eserciti che hanno combattuto in Italia nella fase finale della Seconda guerra mondiale. Alcuni nostri concittadini hanno questa grande passione e possiedono mezzi dell’esercito americano e tedesco perfettamente restaurati e marcianti. Chi scrive - dice l'ex candidato sindaco di Cortona Patria Nostra Mauro Turenci -  alcuni anni fa, ha partecipato da spettatore ad una manifestazione analoga presso l’Aeroporto di Castiglion del Lago dove sono stati riprodotti con cura i campi militari dei combattenti ed, addirittura, alcune fasi dei combattimenti con armi ovviamente disattivate. Conservare, tenere in perfetta efficienza mezzi militari non è soltanto un hobby ma ha anche un’importanza sotto il profilo culturale, mantiene viva la memoria ed aiuta a riflettere. Siamo perfettamente consapevoli che chi riesce ad ospitare manifestazioni importanti offre un’importante opportunità all’economia locale, soprattutto nel settore dell’accoglienza e della ristorazione".

I dettagli

Questa è la premessa, a cui però Cortona Patria Nostra aggiunge: "Desideriamo fare qualche riflessione. Le amministrazioni di sinistra non hanno dato nessun tipo di contributo a questa manifestazione che si svolgeva per ricordare la 'Liberazione di Cortona'. Si limitavano a garantire la logistica ed a mettere gratuitamente a disposizione il suolo pubblico". E parla poi dell'attuale giunta Meoni con la delibera di febbraio dice che "decide di destinare 20.000 euro ad una onlus di Scarperia che organizza parate di mezzi ex militari". Ed ecco i dettagli: "La manifestazione itinerante avrà luogo nei giorni 18, 19 e 20 giugno ed interesserà anche i Comuni di Foiano, nell'Aretino, e Castiglion del Lago e Passignano, in Umbria".

Le cifre in ballo

Arriva poi la puntualizzazione sulle cifre: "C'è una la sproporzione tra le cifre messe a disposizione degli enti locali coinvolti nell’evento. Cortona - dice Cortona Patria Nostra - devolve 20.000 euro, Foiano 500, Castiglion del Lago 2.500, Passignano 2.500, la Regione Umbria 5.000. La disparità tanto evidente di soldi pubblici è tanto più incomprensibile se si pensa che a Passignano, ad esempio, non è previsto soltanto il transito dei mezzi ex militare ma anche il loro stazionamento con l’esibizione sul Lago di alcuni anfibi. Cortona contribuisce in misura quattro volte superiore alla Regione Umbria, otto volte superiore ai Comuni di Passignano e Castiglion del Lago, quaranta volte superiore al Comune di Foiano. La necessità di spostare e fare arrivare nel nostro territorio alcuni mezzi militari 'pesanti', se conferisce prestigio alla manifestazione, può davvero giustificare l’impiego di una cifra così importante?"

Le considerazioni sulla Mille Miglia

E Cortona Patria Nostra continua: "Come sarà possibile conciliare la Mille Miglia che transiterà a Cortona venerdì 18 giugno e per la quale l’Amministrazione Comunale ha già stanziato altri 6.000 euro, con la concomitante parata dei mezzi ex militari? Siamo proprio sicuri che questi eventi potranno svolgersi regolarmente? Perché è stato erogato un contributo così importante (20.000 euro) alla Gotica Toscana Onlus se i duecento appassionati che aderiscono all’iniziativa dovranno comunque pagare una quota di partecipazione di 140 euro agli organizzatori della Colonna della Libertà che hanno cercato sponsor nell’imprenditoria locale? Non sarebbe stato più giusto offrire ai partecipanti soltanto un pranzo di benvenuto ed aiutarli nella logistica? L’ostello, che si vuole mettere in vendita, se perfettamente in regola, non sarebbe stata la soluzione ideale per ospitare i partecipanti della manifestazione? Infine la domanda più banale: il sindaco ha concordato con le forze politiche che fanno parte della sua maggioranza questa manifestazione e l’impegno di spesa previsto o le ha tenute all’oscuro, considerandole, come al solito, meno di niente?"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione a Cortona con mezzi militari, Cortona Patria Nostra: "Il Comune spende 20mila euro, perché?"

ArezzoNotizie è in caricamento