Cortona Cortona

Luca Ghezzi lascia la Lega e aderisce a Fratelli d'Italia

In questi giorni è stato lui stesso a darne comunicazione al sindaco, al presidente del consiglio comunale e al commissario provinciale della Lega, Matteo Grassi

“Accogliamo con entusiasmo l’amico Luca Ghezzi nella grande famiglia di Fratelli d’Italia”. Con queste parole il presidente del circolo FdI Cortona “Giorgio Almirante”, Marco Vanni, annuncia l’ingresso dell’ormai ex commissario della sezione cortonese della Lega nel proprio gruppo.

Una scelta che ha destato particolare attenzione visto non solo il ruolo di Ghezzi all’interno del partito del Carroccio ma anche del suo ruolo in consiglio comunale dove fino ad oggi ha rappresentato i leghisti. In questi giorni è stato lui stesso a darne comunicazione al sindaco, al presidente del consiglio comunale e al commissario provinciale della Lega, Matteo Grassi. Una sorta di déjà vu visto che in passato anche Nicola Mattoni si era reso protagonista di una scelta analoga a quella di Ghezzi.

L'ex segretario della Lega Nicola Mattoni passa a Fratelli D'Italia

“La sua decisione di aderire al nostro partito ed al relativo gruppo consiliare ci onora e nello stesso tempo ci carica di maggiore responsabilità all’interno della maggioranza di governo - aggiunge Marco Vanni - Da un anno a questa parte abbiamo deciso di riorganizzarci, di metterci in ascolto delle istanze dei cittadini, che hanno voluto premiare il centrodestra alle scorse elezioni comunali, nello stesso tempo stiamo cercando di portare avanti il nostro punto di vista su temi dirimenti che siamo chiamati ogni giorno ad affrontare insieme agli alleati, al sindaco ed alla sua giunta. Abbiamo scelto la strada del lavoro e dello studio in merito a molte problematiche complesse ed importanti per la vita della nostra città, questo ci ha permesso di collaborare più da vicino con tutte componenti della maggioranza e della Giunta ricevendo sempre attestazioni di stima. Ricevere oggi la fiducia di Luca Ghezzi, che ha condiviso con noi valutazioni comuni, ci fa capire che il nostro impegno è apprezzato anche fuori dal confine del partito. Ci aspettano mesi intensi con sfide fondamentali che segneranno la cifra dell’amministrazione comunale durante la seconda parte della legislatura, il nostro obiettivo resta sempre lo stesso, contribuire a migliorare l’azione della giunta chiamata ad amministrare un Comune che dopo decenni ha cambiato colore politico, compito non facile soprattutto se pensiamo che molta parte della prima metà del mandato è stata fortemente condizionata da una pandemia mondiale che ha sconvolto le vite di tutti noi, ed ha giustamente azzerato ogni programma elettorale pre-covid, mettendo al centro dell’azione amministrativa la sicurezza sanitaria e l’aiuto a famiglie ed imprese colpite dagli effetti negativi della diffusione del virus”.

Il commento di Mauro Turenci (Cortona Patria nostra)

"Apprendiamo con comprensibile curiosità il passaggio di un consigliere della Lega nel gruppo di Fratelli d’Italia. Se ne parla, in realtà, da alcuni mesi come di un evento decisivo ed importante per mettere sotto tutela questo sindaco e dare una svolta all’azione politica dell’attuale maggioranza all’insegna di un sostanziale cambiamento. I cambi di casacca quasi mai hanno motivazioni nobili e non conosciamo affatto quelle dell’interessato eletto con i voti di un partito e migrato in un altro. Cosa l’ha indotto a fare questa scelta? E’ entrato in conflitto con le scelte nazionali della Lega o le sue motivazioni hanno origine da irrisolte problematiche locali? Gli uomini (ed anche i consiglieri comunali….) non sono soltanto numeri da sommare per sovvertire equilibri consolidati ma, soprattutto, persone con la loro storia e la loro dignità. Un autorevole esponente dell’opposizione ha pubblicato un brevissimo post in cui definisce perfetto il numero nove (3 + 6), lasciando intendere che ora ci sono i numeri per attuare un sostanziale cambio di rotta. Cortona Patria Nostra crede che i numeri siano importanti ma ancora di più siano importanti i valori da sommare e da mettere a fattore comune. Nel comunicato di Fratelli d’Italia si afferma che la prima parte del mandato di questo sindaco è stato condizionato dalla grave emergenza sanitaria. Verissimo. Tra mille difficoltà nessuno si attendeva miracoli ma scelte importanti che segnassero una netta discontinuità con il passato. Al termine di questa laboriosa campagna acquisti verificheremo se il comportamento di questa amministrazione sarà più virtuoso e coraggioso, se aumenterà la capacità di ascolto, se finirà il clima d’intimidazione nei confronti di coloro che si permettono di esternare il loro motivato dissenso. Probabilmente i mutati rapporti di forza all’interno della maggioranza finiranno per avere ricadute nella giunta con una diversa distribuzione degli incarichi. Non c’è niente di più importante del bene di Cortona e della crescita del nostro territorio che ha potenzialità immense e quasi tutte inespresse. Staremo a vedere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Ghezzi lascia la Lega e aderisce a Fratelli d'Italia

ArezzoNotizie è in caricamento