Cortona

Jovanotti allo Ieo per raccontare la storia della malattia della figlia Teresa: "Si può guarire"

Il cantante aretino ha partecipato all'evento dell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano dedicato alle donne

"Ho fatto un salto a Milano invitato dal professore Paolo Veronesi dell'Istituto Europeo di Oncologia". Così Jovanotti ha scritto sul suo profilo Facebook della partecipazione all'evento "Ieo per le donne". Al Teatro Manzoni la giornata è stata dedicata alle pazienti oncologiche "per parlare di cure, progressi, ricerca e guarigione." E Lorenzo da Cortona è per questo un testimonial d'eccezione, un padre che ha vissuto la malattia della figlia Teresa che ha combattuto contro il cancro. "Dal cancro si può guarire. Mia figlia ora sta bene. Bisogna avere coraggio, speranza e fiducia. E soprattutto amore" ha detto rivolgendosi alla platea presente in teatro. E poi dopo il racconto della sua esperienza, "a sentire certe parole mi tremavano le gambe" ha imbracciato la chitarra e suonato Chiaro di Luna e Bella.

Era il 13 gennaio scorso quando Teresa Cherubini annunciò la guarigione dal linfoma di Hodgkin. "Per gli ultimi sette mesi ho tenuto un segreto, faccio fatica a raccontare una storia prima di conoscerne la fine. Il 3 luglio 2020 mi è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico."

E in quell'occasione, la prima in cui fu resa pubblica la malattia, anche Jovanotti scrisse: Oggi la mia Teresa ha voluto raccontare la sua storia degli ultimi sette mesi. Ieri gli esami di fine terapia hanno detto che la malattia se n’è andata, oggi per noi è un giorno bellissimo, lei è stata pazzesca." 

Una storia di esempio, un messaggio di speranza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jovanotti allo Ieo per raccontare la storia della malattia della figlia Teresa: "Si può guarire"

ArezzoNotizie è in caricamento